Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2009

Nomi sparsi

Mi ha sempre colpito come la prensa non pizzaiola mette sistematicamente i titoli dei vari bubbi e quella pizzaiola mette nome, cognome e indirizzo di tutti gli opinanti ma non due parole per qualificarli.

Così vedi solo notizie tipo "Bubbonia: Ancora nulla" oppure "De Bubbis: Sapeva" e questa sarebbe non tanto il titolo da esplicare quanto la """notizia""" a sostegno della TV.

Il tutto unito alla via al multirazzismo che caratterizza codesti tempi. Così mi appunto due belle notizie che segnano un rallentamento nella via al multirazzismo e un avanzo nella via verso i valori più alti del bubbo.

1) Un bubbo extra è stato picchiato selvaggiamente. Da una settimana è in coma ma (dicono) che i periodici lo hanno cancellato. Niente scheda sulla vita del poveretto, niente interviste agli amici, niente frenetica caccia ai responsabili, niente messaggi rassicuranti che non è fascio-razzismo da parte di tutte le autorità riunite. E' un po' …

Una bella occasione

Ohh, quando si dice una bella occasione!

Un bubino che televisa localmente contro la mafia sarà processato su ordine dei boss locali perché non ha il tesserino della tale organizzazione eppure rischia la vita per informare.

Voglio ben sperare che la tale organizzazione gli recapiti immediatamente il tesserino onorem-causas.

Altrimenti, come già molti sospettavano, sarebbero
Troppo bubbi!

Global pigri

Addì 26 marzo, gioves, alle 10.26 ora delle tapas ordinavo dai 'mericani via web numero 6 CDs di una rivista che archiviavo nella versione su alberi morti, al pio scopo di buttare le copie cartacee e veder frusciare gli elettroni sotto i polpastrelli. Spese di trasporto 5 dollares.

Addì 30 marzo, lunes, alle ore 13.05 ora delle tapas il portero mi consegnava i numero 6 CDs di cui sopra.

Sono circa 98 ore, di cui 48 sab-dom e 1 persa per motivi legali.

Vabbé la crisi, ma sono rimasto l'unico cliente della logistica mondiale?

Troppo bubbo!

Criticorum politicus

Latinorum post necessita complexitatis situationi.
Pocum concordazio Bubbuonis cum analisis politicae bloggarium in relationis dux pizzaiolum.

Numerobis analisis politicae lambiccus intentioni dux, fascio policae dux, pecunia appropriazio dux, et similiaria motivationi dux facere.

In latinum veritax: "dux est vecchium colioni*". Est colion* mentis motivatio actionis, est aetate mentibus motivatio colionibus.

Istupore analisis carentia simplex et correcta motivatio istupiditatis dux.

Moltus bubbus est!

Pos Scrittium: "Vecchium" nil est simple aetate conditcionis. Juventium vecchium est numerobis. Est casum dux vecchium relationis mentibus consuntionis phisicum aetate.

Bubbità degli antichi

Già mi ero appuntato che ho poca pietà per gli antichi perché mangiavano cibo biologico senza pagarlo più caro dell'altro, respiravano aria buona anche in città (magari puzzolente ma buona), vedevano le città senza auto come se fosse una pellicola tutti i giorni, avevano speranza cheppoi progressavano senza morire tutti di nucleare, chimica o semplicemente sepolti dai rifiuti, e avevano i nomi corrispondenti alle cose tipo la 'guerra' la chiamano 'guerra', la 'monarchia' la chiamavano 'monarchia', ecc.

Però è vero che gli antichi erano tutti poveri e avevano dei cellulari rotondi e grossi, forse perché avevano le ditina grasse. Ed erano anche maleducati, gli antichi.

Oh, questo dei cellulari rotondi (come un pioletto, insomma) e che erano maleducati l'ho capido da me guardando a una classe di una scuola antica. Tutti i banchi (di legno autentico) avevano un buco rotondo davanti sul piano, dove i bubbini ignoranti mettevano appunto il cellulare anc…

La mitica ripresa

Tutti gli analisti sono concordi: la ripresa sarò nel 2010.
Devo constatare che hanno avuto ragione quelli che si sono stati messi in cassa integrazione o in disoccupazione fino ad allora.

Ancora una volta la strategia dell'impipparsene che ha scelto il tale governo risulta vincente, dato che anche i più attivisti non hanno conseguito che la crisi termini dopo che ho fatto colazione. Termina nel 2010 per tutti, meglio continuare come se niente fosse.

Troppo bubbo!

La rivolta delle caste

Hanno tirato un secchio di merd* in un ristorante considerato "per ricchi", hanno danneggiato fineste e auto di un bancario più odiato del paese dei bevitori di te, ma fin qui è normale (anche se mai giustificabile inquanto contro alle leggi).
Sono i poveri che si espressano con la tradizionale rozzezza (e limitatezza) di chi non ha tivù e giornali ai propri ordini.

Quello che mi preoccupa è che i ricchi potrebbero anche loro agire in modo così violento (e sempre non giustificabile, anche se le leggi se le fanno fare come gli necessita).
Ad esempio i ricchi potrebbero finire tirando verdura agli OGM contro i poveri delle mense benefiche oppure danneggiare i quotidiani delle biblioteche pubbliche compilando apposta male tutti i cruciverba e i sucodo, ma potrebbero anche tirare fialette allo scarico di SUV nei treni dei pendolari o chissà che nefandezze!

E' vero che le caste meno si vedono tra loro e meglio stanno, più comunicano e più si lottano.

Troppo bubbo!

Per me

Caratteristica del bubbo è quella di vedere le cose solo dal suo punto di vista e, analogamente, di non tenere nella dovuta considerazione il resto dell'universo.

Ne ho visto un esempio, sbagliando una valutazione del liello di bubbità, leggendo degli articoli di viaggi sul buon settimanale.

Il bubbo ha un blog dove esplica cosa portare in valigia in modo da averne poca da portare, in base alla sua esperienza di bubbo viaggiante. Il tema è universalmente interessante e leggevo contento. Tra l'altro parlando degli attaccappanni gonfiabili aveva correttamente evidenziato che possono essere o meno utili a seconda dello scopo del viaggio.

Poi si arriva al secador de pelo. Il tema è caldo perché, in anni e anni, ho visto che per essere sicuro di averlo devi portare il tuo. Non c'è verso che sia chiaro se in albergo c'è (e funziona) o se c'è nel senso che devi fartelo prestare alla reception che andarci nudi e bagnati al mattino c'è da prendere freddo.

Il bubbo non ha du…

Problemi di carta

Passo in edicola e vedo che una rivista che ogni tanto leggo è magramagra. Negli anni doro era un tomazzo che il grosso dello sforzo era trovare gli articoli immersi nella pubblicità, l'indice era tipo a pagina 30. Oggi guardo ed è praticamente un volantino, solo gli articoli e qualche mezza pagina di pubblicità.

Dopo la tradizionale lettura degli articoli stavo per riposarla sullo scaffale quando mi è venuta voglia di sapere comè che era così smagrita. Leggo l'editoriale e salta fuori che era l'ultimo numero cartaceo. Dopo anni e anni usciranno solo in mail.

Mondo bubbo! E io come la leggo ora? L'edicolante non mi lascia certo attaccarmi al suo piccì!

Troppo bubbo!

L'indice della crisi

E' bubbo vedere che ogni tanto qualcuno usa questo o quel dato per sostenere della crisi. In genere chi lo fa è per sostenere che la crisi (financiera) non c'è o, se c'è, è poca. E' un po' un modo bubbo del mondo pre-scientifico di vagare tra statistica ed economia, tra dati di fatto e dati da sondaggio.

Così tutto è buono: c'è coda alla machinetta della metro? Il supermercato economico è senza pane già alle 18? Al bar erano finiti i cruassant già alle 12? Ergos non c'è la crisi, è solo una balla della TV per vendere i giornali o cheddiavolo.

Anche perché, pre-scientificamente, va notato che gli indicatori statistici economici variano nello stesso modo per eventi opposti, se presi uno a uno. Ad esempio il numero di disoccupati scende sia seccè molto lavoro sia se cennè poco. Lo stato è povero sia se ruba sia se è generoso con gli amici, ecc. ecc.

Ad esempio lo stato dà gli aiuti alle imprese per miliardi e miliardi ma contemporaneamente non paga i debiti che h…

Bubba """opposizione"""

Oh, poveretti all'"""opposizione""". Capisco la bubbità della loro situazione.

Siccome avevano voluto il maggioritario ora:
1) non possono dire che è stata la boiata che ha creato una delle più feroci monarchie europe* perché il bubbo è fedele alle proprie idee soprattutto quando si rende conto che sono sbagliate;
2) non possono dire che i leader del loro partito sono impresentabili ed invotabili ma che sono re delle liste ed imperatori dei seggi;
3) non possono continuare con il discorso "altimenti vince l'altro" perché già è chiaro che non funziona più;
4) non possono fare i nuovi o i rinnovati, che è tardi e non interessa più il nuovo come una volta;
5) sognano consulenze e sottoviceminisegretariati, liete sinecura del sottogoverno, raccomandazioni oneste ed imparziali per tutti gli Amici ed i Buoni in generale, insomma il potere buono e democratico che farebbe tanto bene e sarebbe tanto buono e generoso.

Così sperano con le primarie di cacc…

Ecofosco

Approfittando del pontone mi sono letto con bubba attenzione la relazione che un prof.econom., ex-dir.giornal.economic., bub.consul.periodis., racconta sulla crisi financiera per esplicarla ai bubbini.

Serve una premessa per capire il mio bubbo commentario a cotanto bubbo.
A me anche la definizione di "tuttologo" sta stretta, perché ho sempre opinato che si possa eccellere indipendentemente dalla formazione formale e dal lavoro principale. Ad esempio il malato cronico che è uno specialista della sua misma malattia lo è più di chi ha una laurea formale presa a forza di punti-frequenza e esamini a crocette, l'hobbista può essere un esperto anche della teoria di tecnologie che il suo lavoro pagato non prevede, ecc. ecc.

E un po' è anche necessario che sia così, perché guardare le cose da un solo punto di vista è sempre superficiale anche se uno la smenazza a lungo.

Ora il grande limite di questa relazione dell'economista famoso è che (sceglie di nascosto) di guardare al…

Sottosotto

Oh, finalmente ho una macchina nuova. E sono sicurosicuro che è nuova, che sono stato il primo ad aprire i sigilli messi dai nanetti misteriosi che le producono in terre lontane e misteriose anch'esse.

Apro qui, guardè li, apro il portabagagli pronto a tirarci dentro di tutto e chettivedo?

Una enorme cassa di frutta! Praticamente era già bell'occupato, perquanto su queste nuove macchine di spazio ce ne sia molto di più che sui vecchi modelli. Sarebbe stata una bella sorpresa non fosse che la frutta era vecchia, mezza marcia, piena di vermi ed insetti difficili da identificare. Uno schifo! Ma io lo so perché mettono questa spazzatura nel portabagagli! Ogni frutto aveva su la sua etichetta, con il logo colorato, maledetti! Per mettere questo logo è tutto pieno di vermi!

Guardo il sito web del fabbricante e confermano che, blabla blabla, c'è la cassa di frutta marcia. Se voglio posso cambiarla (al prezzo di almeno 4 ore di lavoro non retribuito) con una di frutta fresca ma non è…

De mortibus Sancti Bubbus

Ohh, finalmente ho finito di organizzare in modo bubbo tutti i frammenti della vita di San Bubbo. Li ho messi in ordine per dimensione con i fogli più grandi sotto e quelli piccoli sopra così non cascano.
Ho riorganizzato un po' che esplicano com'è che di San Bubbo non ci sono reliquie nel senso stretto del termine "reliquie", anche se non ho ancora benben capito com'è cheppoi morì San Bubbo.
Anche non ho capito il magico mondo delle reliquie. Anche di questo non pensavo di vedere la fine da vivo. Ai primi musei ricordo che cera la stanza dei requiari e che erano chiamati così e che si vedevano gli ossicini e l'etichetta con il nome. Oggi ci sono un po' di "Oggetti d'arte", spesso con un vetro e niente dentro. Non dicono più cosa sono, non spiegano a cosa servivano, rimane solo il metallo prezioso e nulla che illumini il bubbino ignorante.
Passassero centanni non credo che riuscirei a capire neppure io la dimensione economica delle reliquie e, …

Garantito

Me mi ha sempre colpito come i bubbini stagisti necessitano di senso nelle cose che la loro condizione di schiavi richiede che facciano. Sembra che i bubbini stagisti non siano convinti che molte cose moderne non hanno senso oppure che sono dagnine ma che necessitino di un senso buono, altrimenti si impegnano meno. Meno male che qualsiasi grossa azienda ben gestita dà senso a tutto e a di più.

Però qualche volta anch'io mi spiaccio a vedere il senso delle cose, ma più spesso ne ho nostalgia. Già dicevo che non credevo di vedere l'epoca in cui rubavano la carta dai cassonetti o il rame dai tubi. Credevo che la natura esplicasse al bubbo economico che il fatto che i bilanci crescano non impilica affatto che più rocce di sasso diventino metallo o che più cellule zuccherine diventino polpa di carta, ma che questo succedesse dopo e che io non lo vedessi da vivo.

Così quando guardo al supermercato gli imballi esagerati di materiali pregiatissimi qualche volta mi viene un po' di no…

La misura della crisi

"Il [NOTO QUOTIDIANO FINANZIARIO] presenta: I MAESTRI DEL FUMETTO"

questi fino a poche settimane fa pubblicavano cose tipo "Le leggi sull'IVA e tasse varie che nessuno ha mai capito", "Come sfruttare selvaggiamente i mercati tosti" oppure "Dallo schiavo all'umile amico: le origini della gestione delle risorse umane".

E adesso tocca ai fumetti, ma neppure quelli del noto riccone. Mi sa che la crisi è bubba, anzi

Troppo bubba!

Rincorrenze

Era tempo che mi chiedevo se è bene o è male che ci siano le rincorrenze tipo "Giorno internazionale..." e da dove saltavano fuori. Poi la lettura, in corso, della leggenda aurea mi ha capito tutto e bene. Melo appunto prima di dimenticarmene.

Intanto quello che ho visto. Una volta c'erano delle rincorrenze che erano sentite e partecipate. Magari prima i riti degli dei del mondo perché gli antichi avevano spesso fame e la loro vita sapevano che dipendeva da se pioveva o no, oppure dai vermi che si mangiavano i frutti o chessò, le cose degli antichi. Quindi gli antichi erano molto attenti a celebrare e a tenere contenti gli dei sempre un po' incazzos*.
Anche dopo ci sono state epoche di rincorrenze sentite, ad esempio la fine della guerra o che erano morti delle persone famose ma che conoscevi e ti importava.

Poi un po' a un po' le rincorrenze riguardavano solo i politicanti che si ammassavano per fare un comunicato stampa o altro.

Poi i giorni internazionali che …

Protezione naturale

La natura benigna ha fatto sì he i pampini piccoli piccoli fossero naturalmente protetti dal cannibalismo.

¿E cosa fa la moderna scienza consumisitica?
"Mousse corporal fresa - Cuide y proteja a su bebé con este mousse corporal con olor a fresa."

E mangiare frutta fa anche bene!

Troppo bubbo!

San Bubbo e la conversione delle donne

San Bubbo, e anche qualcuno dei suoi seguaci contemporanei, dedicò moltissimo impegno alla convesione delle donne. Per capire la cosa bisogna capire bene come ragionavano all'epoca, cosa che è oggi è difficile, almeno per un bubbo.

Infatti si è abituati a che oggi le scelte in tanti campi strettamente personali sono libere e scientifiche e non condizionate, come allora, dalla pubblicità, dalle necessità elettorali o dalle varie religioni. Inoltre oggi anche i governi più bubbi sono attivi nella tutela della famiglia, al punto che hanno avviato una colossale crisi finaciera allo scopo e come segno del livello di attenzione.

All'epoca le donne erano tanto esposte alla lussuria e a figliare in modo sconsiderato ed inadeguato alla poverezza morale e materiale in cui vivevano. Così San Bubbo si trovò a fronteggiare una difficile missione di valenza non solo religiosa ma anche sociale, missione che, dicono le cronache del tempo ispirò molti religiosi dell'alto e basso clero religi…

Euro sì ma di dove?

Non c'è azienda buona che non abbia il suo piano e la sua offerta anticrisi (cioè disperata). Tranne i governi bubbi che, poveretti, hanno troppe rigidità liberiste e bocche sempre affamate da sfamare per poter fare un loro piano dotato di un minimo di senso.

Così regalo una idea anticrisi, copiandola da un ristorante delle tapas che ha regalato ai suoi clienti 100 miliardi di dollari. Ok, non sono dollari 'mericani ma anche lì hanno il presidente [COLORE]!

Si potrebbe fare lo stesso con gli euri. Si prende uno stato sconosciuto di quelli che ricevono gli aiuti e le tangenti antibombe, ad esempio, gli si fanno emettere i suoi euri e quindi si riparte con diginità.

Ad esempio ci vanno 13 miliardi per evitare che in un tale stato i pambini muoiano di scuole cadenti o di discarica illegale o altre bubberie.
Ci vanno 16 miliardi tanto per partire con una bubberia mafiosa dei treni, poi si darà agli amici almeno il doppio.

Però spiace un po' che i pambini muoiano senza prima essere …

San Bubbo e l'induzione

San Bubbo fu anche un precursore della pseudo-scienza moderna, quella che ha riempito il mondo di spazzatura e scorie che non sa smaltire, che ha allungato la durata della vita e ne ha peggiorato la qualità, quella che ha trasformato una roba che funzionava da milioni di anni in una roba che neanche si sa se dura fino al prossimo solenne accordo per non peggiorare la situazione.

Ovviamente San Bubbo non fu causa dei guai moderni, per questi ci voleva la generazione più laureata ed ignorante della storia, ma fu il geniale precursore di alcuni fenomeni che tuttora oggi non si capiscono neanche tanto, come l'induzione.

Si narra che San Bubbo scaturì da due lucertole due bellissime bubbe, grasse e poppute come piacevano all'epoca che erano tutti poveri e magri perché mangiavano solo cibi biologici, senza grassi e fattincasa e facevano tanto sport all'aria aperta.

Così San Bubbo si aggirava in compagnia delle belle bubbe e tutti venivano a vedere le bubbe e appena le vedevano cade…

Al voto

Giornata di elezioni tra le tapas.

Mi segno ancora una volta due principi della bubbità democraturatica:

- si vota in un posto che è feudo di un partito. Ora se questo partito non vince a maggioranza assoluta saranno tempi bubbi per il suo attuale capo. Infatti il poveretto è stato costretto a mangiare ottime verdure e molluschi per settimane per non perdere il suo posto di potere interno al partito. Così è tra i bubbi, votano per un governo che li voglia bene nella crisi economica e rischiano solo di precipitare un bubbo nelle mani feroci dei suoi compagni di partito;

- la paura. Ogni volta che arrivano notizie dirette dai poveri ostaggi dei terroristi si vede la paura. Quanto è simile la disgrazia dei bubbini a quella dei bubbini che vivono nelle terre di mafia e che non possono scappare! Tranne una cosa sono diversi. Nelle terre di mafia sono i fasci a propagandare l'aiuto economico alle cosche vincenti, nelle terre di terrorismo sono più quelli di """sx""…