Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2013

Mai per sempre

Ieri nevicava e oggi c'è un bel sole.

Sta a vedere che i pennivendoli hanno ragione che sembra il paese dei mangiatori di olive!

Troppo bubbo!

P.S.: ma se i pennivendoli sapevano che il comico prendeva un sacco di voti (dai sondaggi segreti) non sarebbe stato meglio iniziare ad essere professionali negli ultimi giorni anziché limitarsi a far sparire le frasi più assurde della propaganda?

Commentarius in primordi numeri

Stavolta hanno ragione a dire tutti che hanno vinto.
- Chi ha scelto farabutti ne ha piazzati un bel po', riuscendo a far dimenticare che i problemi che ha strombazzato di risolvere li ha creati poche settimane fa e forse salvando dalla galera se stesso, gli amici e i parenti
- Il comico è riuscito nonostante tutta la propaganda possibile contro (tranne negli ultimi minuti, quando era chiaro che andava forte)
- Un amministratore di case e terreni non verrà inutilmente distratto da noiose riunioni che non si capiscono
- Un idiota di livello europe* comunque ha preso più di 1 voto (l'unico che sarebbe stato logico aspettarsi non era il suo perché comunque è idiota).
- Un disprezzatore dello studio sembra scomparso tra i finti timbrini

Insomma tutto è bene. Ed è pure (quasi) finito.

Troppo bubbo!

La coda del bubbo

E' bubbo vedere come il tradizionalismo e la bubbità si insinuano in ogni singolo aspetto, togliendo senso alle cose pensate dagli antichi senzamutande per sè e rendendo impossibile di adattarle alle esigenze dei moderni mutandati.

Così fuori dai posti che si vota, per via dei voleri della propaganda, oggi servirebbe mettere un disegno della scheda che uno sela rimira con comodo. Le liste coi nomi possono servire alla magistratura o a chi si diverte a vedere come un posto in lista poi diventa una sinecura, un posto di lavoro o una consulenza.

Ma la scheda non cè e il tradizionalismo la impedisce, le "coalizioni" sono rappresentate dal contorno di un rigolino e tutto sprofonda in una bubbità perenne.

Solo un aspetto era allineato ai tempi. Tutto sembra povero e scarso, anche perché il panorama è quello della scuola pubblica, odiata e massacrata dal liberismo fino ad allinearla all'estitica della deindustrializzazione.

Di buono anche che tutto sommato il fatto che cer…

Deindustrio pubblio

Vedere questo della deindustrializzazione è proprio bubbo e, se non fosse per i poveri e i suicidi, sarebbe anche solo interessante per quanto è poco documentato.

Siccome è una cosa nuova continuano a succedere cose che non ti aspetti. Anche se puoi facilmente prevedere e quantificare il megatrend i dettagli sono sempre più imprevisti. Andranno tutti persi e i futuri non sene daranno conto ma meli appunto perché è bubbo vedere di quando erano saltati fuori.

Uno dei più vasti ma difficili da indagare è quello infrastrutturale e mele ero già segnato. Di come cioè ci sono ancora le infrastrutture di prima che il partito e la mafia saccheggiassero tutto ma senza che ci sia più chi le infrastrutture le usa. Un po' capita anche con pezzi di apparati dello stato o con le tasse o l'enorme industriali che riguardano un mondo che non cè più e che non potrà ritornare come non può ritornare un progettista di piramidi (ma grosse) o dieci fabbriche di lumi a petrolio perché sarebbero framme…

Promesse per il morto

Tra vecchi elenchi per soluzionare quello della privacità e rimbambimento generico della gerontocrazia amante della carta e stordita dalla rete, quello che ridanno una delle tante tasse che hanno appena messo arriva massicciamente ai cari estinti.

Sarebbe utile se mai mi mancassero gli esempi della distanza tra il partito e quella che avrebbe potuto essere la realtà, ma intanto è

Troppo bubbo!

Simple comunicatio

La radio delle pizze dice che milioni e milioni sono andati a che si spediscono le lettere ma di carta per dire che vogliono il modulo per chiedere che gli ridanno i soldi di una delle tante tasse.

E quella che leggeva la "notizia" diceva che forse una propaganda lettorale che mandano le lettere ma di carta a casa non si capiva bene.

Mi ha rallegrato che si diffonde la capacità di vedere il bene, anche nella radio delle pizze, e di vedere che la teoria bubba della comunicazione è comprovata ulteriormente. Infatti non conta l'emittente, il messaggio o il mezzo ma solo quello che ha già in testa il destinatario. La comunicazione bubba è un far risuonare pregiudizi e opinioni, non aggiungere confusione alla confusione con  informazioni nuove o impreviste.

Ovviamente non è detto che sia vero che qualcuno è andato a chiedere i soldi, dopotutto è la radio delle pizze e la "notizia" può essere tranquillamente inventata, così non è che non si capiva ma che l'ipotet…

Signum criticus

Uno dei segni importanti del declino delle pizze era quello della calcisticazzione della politica, cioè di quando dalle posizioni plurali che concordavano per il meglio venne fatto passare che la politica sono come i pallonari contrapposti che uno o vince (e domina) o perde (e trama per riprendere il potere), ecc. ecc.

Ma ora, mirando all'opposizione al noto comico, mi pare valga la pena di appuntarsi il sorgere di una nuova fase nel declino.

Nella fase pre-elettorale contro il comico, come già mi dicevo, non era stata scelta una strategia di attacco ma erano state usate tutte, sperando che almeno una soluzionasse il problema. E' giusto e democratico fare così se uno è il partito.

Ma ora invece il grosso della strategia sono i slogan: - fuori dall'europ* sono tutti morti (e quindi non bisogna chiedere al popolaccio se vuole "uscire" da questa istanza di europ* perché potrebbe sbagliarsi e opinare in modo difforme dal partito) - non è democratico (qualsiasi cosa …

Un serio incremento

Volevo commentare questa "notizia" sul relativo sitio ma pare che non funzioni, così melo appunto qui.

In definitiva la "notizia" sarebbe che danno 900 milioni per la fibra di cui 353 li mettono le pizze e gli altri possono metterli le società di telefoni, ma anche che possono metterne di più.

La parte bella della "notizia" è che l'altra volta avevano promesso 800 milioni per la stessa roba mentre ora la promessa è di 900. Quindi sene ricava un grande segnale di fiducia nell'economia pizzaiola e nelle tecnologie.

Inevitabile che questo incremento delle promesse sia visto con grande favore, fino al punto che cè da chiedersi se poi passate le lezioni...

Troppo bubbo!

Negotio politicus

La città è piena di negozi chiusi, qualcuno con il cartello che lo affittano o vendono, qualcuno neanche quello ché il cartello è caduto anni fa e la ditta che lo aveva messo ha chiuso.

Però in due negozi centrici hanno messo dei partiti ultraliberisti che pagheranno l'affitto con i soldi rubati dalle tasse esagerate.

Così la causa istessa del negozio chiuso coincide con il motivo per cui il negozio è temporalmente aperto.

Troppo bubbo!

Confusio factis

Per errore mi sono letto cosa cè scritto qui sopra che sarebbe di cosa parla questo blog. E dice che si danno pareri su politica. ¿E cosa cè di più politico che le lezioni pizzaiole, uno direbbe?

Ma il punto è che tra il poco tempo, quello delle notizie che alla radio pizzaiola non si possono ascoltare perché è un blablablaeadessolosport senza senso, i periodici che neppure ricopiano a mano i comunicati della propaganda ufficiale ma adesso fanno solo copiaincolla dai file togliendo i link e che i "ragionamenti" che dovrebbero essere propri dei bubbi che ci parlo sono poi riflessi della TV non è che possa appuntarmi molto con chiarezza di pensamento.

Alcuni punti bubbi, ma che non capisco, sono:
- non capisco come si fa a dire che i programmi dei partiti pizzaioli sono troppo fantasiosi e che fanno troppe promesse cheppoi non si può. Ma se il partito ha un programma che dice chiarochiaro che vogliono continuare a dare i soldi alla mafia, che tagliano i servizi, che si tengono…