Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2015

Massè fosse un editore?

Vedo discussioni sul fatto che ci sono le regole che non si possono mettere le cose qui ma nei siti.

Allora volevo contestare mappoi ho pensato che era meglio se melo dicevo qui che magari poi li arrestano tutti che sono siti criminali. Ma il punto è che ogni tanto mi perdo su questa cosa dei controlli o non dei controlli. Mi sembra la barzelletta del cibo ai maiali che è sempre sbagliato.

- Se uno controlla i contenuti (a mano o no, non importa) allora è un editore, deve pagare le tasse e soprattutto deve essere un professionista che viene querelato spesso.
- Se non controlla i contenuti allora è un criminale, probabilmente calunnia c/ terzi e spesso ruba i diritti.
- Se vorrebbe controllare ma non riesce (per competenza, o perché non ha abbastanza risorse) allora è un criminale come sopra e forse anche un editore professionista anche se non lo sa.
- Se censura tutto e tutti allora è forse onesto di fronte alla legge ma è antidemocratico (quindi in realtà è un terrorista cane) e poi non …

Captchamentis

Non ho capito se i captcha sono diventati più semplici o se la bubbus mentis si è oramai contorta come le relative lettere, mami sembrano facili.

Però capisco la pena dei futuri che non capiranno nulla dei tempi antichi.

Troppo bubbo!

Il tempo ma tondotondo

Tuttibubbi sanno quello che nonnè che la qua bollisce a 100 gradi tonditondi ma è che un bubbo ha mirato a quando bolliva eppoi ha detto che quello era 100 gradi.

Però io non mispiego quello del tempo.
Comè che i spaghetti sono pronti in 8 minuti tonditondi (nonnè vero sono duri ma la busta dice così) o la polenta rapida in 9 minuti tonditondi?

Uno ha mirato i spaghetti, la polenta e tutti i cibi e poi ha detto che quello era il tempo?

Ho mirato ai libri che dovrebbero dire del tempo ma nonnlo esplicano che si capisce, eppure ci deve essere un legame tra il tempo e i cibi perchè non è che tutto possa essere tondotondo se qualcuno non lo ha pensato ma prima.

Forse è meglio chiedere al demone di competenza ma se non è una domanda discreta.

Troppo bubbo!

Punti di attenzione

Molti pizzaioli opinano che la  crisis financiera sia come che
- tutti sono ricchi
- poi succede qualcosa ma che non si capisce
- poi tutti sono dinuovo tutti ricchi

Devo fare attenzione perché è una idea così bubba e illogica che non è scontato ritenere che il pizzaiolo opini questo.

Cioè da un lato il pizzaiolo è individualista, come un qualsiasi contemporaneo ma dall'altro si aspetta che ci sia un governo benigno delle cose che tutto lo soluziona e che in particolare determina il passaggio da un modello economico - no è sbagliato, non capisce che è un modello economico - il passaggio da una situazione maligna a un altra benigna.

Mahppoi magari si diffonde l'idea che la crisis è una delle tante soluzioni economiche possibili all'esigenza di essere per taluni sempre più ricchi e per tutti gli altri di fotters*.

Troppo bubbo!

Basta dirlo

Sono andato al museo ma nuovo. Diversi quadri in tanti anni non li avevo mai visti e qualcuno è anche bello.
Un piano era chiuso con il falso cartello che lascia credere che oggi sia l'unico istante in cui è dasafortunatamente chiuso. E' l'equivalente pubblico dei negozi chiusi per ristrutturazione che non apriranno più, in realità non cè personale per quel piano e lo aprono quando capita ma l'estemporaneo è che sia aperto e il perenne è che sia chiuso.

Ora scrivere i commentari ai quadri è difficile e sarebbe bene che un simile lavoro fosse affidato a un bubbo che almeno espressa il punto di vista della majioria dei visitanti che sono appunto bubbi.

Altrimenti i punti di vista possibili sono:
- i materiali, la carta, li chiostro, i pennelli e tutto
- l'epoca, la historia, il tempo del pittore, che era povero e si mangiava i cibi morti e tutto
- le immagini dal punto di vista grafico, se è tutto nero o colorato, se è netto o sfumato
- quello che cè se era un bubbo …

Nonnè ma sarà

Nonnè perché ho finito i lavori, che non ho finito
Nonnè perché cè il sole, che non cè
Nonnè perché ho mangiato, che già è ora di ricominciare
Nonnè perché mi piace la musica del aradio, che non mi piace
Nonnè perché va tutto bene, che non va
Nonnè perché mi aspetto o aspetterò che andrà tutto bene, che non melo aspetto e non melo aspetterò

Eppure mi sento come se fossi ma contento

Sarà perchè sono bubbo, anzi
Troppo bubbo!

Ali inizio

Capita spesso nei media che le cose ali inizio sono quelle più preziose perché non è ancora intervenuta la propaganda grossa o anche perché non si è capito se la cosa merita che la gestione sia fatta dai grossi.

 Uno di questi casi è anche quello della grossa cosa mafiosa ma che cè poi questo anno (perché poi smontano tutto ma sono proprio contenti così e lo dicono).

  Adesso ci sono i numeri inventanti e sono abbondanti, poi faranno sparire tutto o impapocchieranno il confronto, ma adesso è bello mirare ai dati finti della propaganda perché già dicono troppo.

  Uno di questi mi pare bello perché, per quanto inventino, la grossa cosa mafiosa è una cretinata e comunque lo si giri così appare. Anche perché i veri pregi mafiosi di rubarsi ed exportarsi un paio di miliardi poi non li dicono.

  Allora qui ma che lo sostengono parlano chiaro "le nuove imprese generate da [GROSSA COSA] saranno più di diecimila, con un impatto di 12.000 e tot occupati. Quasi metà delle aziende si concent…

Più veloce del laluce

Miravo al video qui


 ma opino che nessun moderno contemporaneo, e bubbo, selo possa mirare senza cercare con il cursore di quando arriva il prossimo oggetto.

Cioè la velocità del laluce sarebbe talmente poca che senza l'avanti veloce uno si rimbambisce, mira al telefonino eppoi si perderebbe che passano i pianeti.

Inoltre un che non arrivi ma dopo Plutoni a me pare un po' corto.

Troppo bubbo!

1 x 3

Oggi era il santo che traeva tre panettoni cada uno. Patrono dei mal gestori delle scorte di magazzino vorrei sapere che fine ha fatto.
Forse adesso che anche io mi sono rassegnato che non vale la pena di aspettarlo non viene più e la sua memoria è perduta per sempre, come la memoria di un cibo ma che non tene ricordi.

Troppo bubbo!