Passa ai contenuti principali

Signum criticus

Uno dei segni importanti del declino delle pizze era quello della calcisticazzione della politica, cioè di quando dalle posizioni plurali che concordavano per il meglio venne fatto passare che la politica sono come i pallonari contrapposti che uno o vince (e domina) o perde (e trama per riprendere il potere), ecc. ecc.

Ma ora, mirando all'opposizione al noto comico, mi pare valga la pena di appuntarsi il sorgere di una nuova fase nel declino.

Nella fase pre-elettorale contro il comico, come già mi dicevo, non era stata scelta una strategia di attacco ma erano state usate tutte, sperando che almeno una soluzionasse il problema. E' giusto e democratico fare così se uno è il partito.

Ma ora invece il grosso della strategia sono i slogan: - fuori dall'europ* sono tutti morti (e quindi non bisogna chiedere al popolaccio se vuole "uscire" da questa istanza di europ* perché potrebbe sbagliarsi e opinare in modo difforme dal partito) - non è democratico (qualsiasi cosa significhi e senza badare al punto precedente) - grida - non avrebbe autorevolezza in europ* (talmente insensato da essere incontestabile) - parla alla pancia (questo non lo capisco, al più sapevo che si può parlare con la pancia, ma lo dicono spesso) - danneggerebbe l'economia (e qui servirebbe la solita premessa "non capisco niente di economia, ma..." però qui e solo qui manca) - e altri.

E' giusto attivare la propaganda in questo modo, sempre se uno è il partito ed è fedele alla teoria del mandarinato, ma quello che merita di essere segnato è che lo slogan è talmente sintetico da determinare un insecchimento celebrale. Similitatis bubbinis quam solus ode unica verba, nil pote varietatis verba loquenda chi ascolta e ripete solo slogan non può disviluppare una completa capacità di raziocinio.

Questo è tanto vero che spesso gli slogan si contraddicono, non sono falsificabili o dimostrabili, si applicano più al partito che al comico ma chi li ripete, ritenendoli propri, sembra incapace di elaborarli realmente.

Non dico che chi critica il comico non capisce quello che dice ma che è significativo che pur io, che non ho poi tanti contatti coi pizzaioli, senta ripetere sempre gli stessi slogan senza altra aggiunta personale che non sia una diversa selezione o sequenza dello stesso set di frasi pre-pensate.

Eppure sarebbe anche possibile criticare il comico ma davvero, ricorrendo a proprie valutazioni ed espressando i propri valori e le proprie priorità. Dopotutto il partito è contro per delle ottime ragioni, non per i bubbi slogan!
Ma lo slogan non è la versione breve di un ragionamento complesso. E' oramai il motivo per cui un ragionamento complesso non può essere fatto o capito.

O, detto in modo da poter essere capito,
Troppo bubbo!

Commenti

Post popolari in questo blog

Il punto 4

Uno potrebbe opinare che la dichiarazione ma non la legge nessuno e effettivamente le prime frasi sono tali da scoraggiare qualsiasi ipotesi di proseguire a perdere tempo.

Mami pare bello che in un testo che ha lo scopo preciso di non dire nulla e quindi di piacere a qualsiasi politicante, vicino o lontato chessia dalle lezioni, ecco in un testo così hanno avuto la pazienza di alabare l'industria bellica, di augurarsi nuovi conflitti con morti altrui e di sognare che un giorno anche i partiti di "sinistra" possano essere pacifisti perché tutta la spesa di guerra  "è decisa dall'Europ*, non da noi".

Insomma nel male di un testo spazzatura ecco che sorge il bene di una pappatoria politica ed economica ma di livello europ*. Certo qualcuno ci mette di morti, ma questo è solo un limite alla lungimiranza non un crimine che qualcuno si sia dato pena di condannare o, almeno, di mirare.

E così il blabla contro questa istanza di europ* resta alle lagnanze precedenti …

In stile

Ho cambiato lo stile ma in modo più bubbo.
Ora ogni parola sembra chissàcchè, più grande, più vuota, circondata da più spazio ma colorato.

Insomma lo stile ma contemporaneo.

Troppo bubbo!
- Leggere bubbo rende bubbo, anzi troppo bubbo -

Quei piccoli cambi

Opinavo che i periodici, con la soppressione dei inviati e di qualcuno che capisce di cosa si parla, si limitassero a ricopiare e a tradurre i comunicati ufficiali e le relative balle.
Ma ora opino che usino delle fonti diverse, probabilmente per doveri di maggiore standardizzazione.

Quello dell'incontro del capo dei wuster con in re dei commerciati d'armi infatti è stato accuratamente descritto riportando e omettendo con una uniformità notevole. Nonmi stupirei se i cultori delle notizie ma false avessero una bella occasione per provare i loro algoritmi e denciassero la prensa per il crimine di "stupidità aggravata dalla standardizzazione" che credo ci sia in tanti stati, almeno a giudicare dal numero di stupidi e dal fatto che riportano le stesse balle con impressionante precisione.

Ma mirando alla fonte mi ha colpito molto questa frase:
"I am also here in my capacity as [ORGANIZZAZIONE EVERSIVA] president.  You know that we will be hosting the [ORGANIZZAZION…