16 giugno 2017

Il meglio delle impressioni
Alle volte bisogna andare un po' ma al futuro per capire quello degli antichi.

Miravo a immagini come questa Bubbi ma antichi e non capivo alcune delle figurine.

Poi vedo che ma oggi tutti contemporanei
- tanti sono contenti di usare l'impressora 3D per stampare delle protesi per chi gli servono
- io sono contento di usare delle protesi, ad esempio i libri che sono delle protesi del pensamento o i coperchi che permettono di fare più rumore che le mani o altre cose ma sempre utili
- cè checchi ha una protesi, soprattutto i pampini, è contento di vedere che le icone, i pupazzi o i vatar lo includono ridando normalità figurativa a quello che è un modo ma tecnico per recuperarla su un piano funzionale.

E allora adesso capisco che i bubbi antichi di metallo sono già la rappresentazione di robottini o di bubbi ma con qualche protesi emene stupisco.

I antichi, che peraltro erano stupidi e con le ditina grosse, avevano già capito che una rapprestazio mundi inclusiva, ma anche dei robottini, è una bella cosa.

Troppo bubbo!
- Leggere bubbo rende bubbo, anzi troppo bubbo -
Il pericolo e la petizione
Ho mirato che hanno fatto una petizione ma perché si dimettano tre che opinano siano coinvolti nella cosa della piazza che c'è anche chi è morto. E' solo un raglio in ossequio alla calcistizzazione della politica ma è anche un'occasione sprecata.

Sarebbe stato più furbo fare una petizione per non fare i fuochi dato che siccome nelle istituzione ci sono alcuni, tuttora non identificati, criminali che potrebbero reiterare il reato e causare ulteriori disastri è meglio se, chiunque siano, non hanno modo di "organizzare" e delinquere.
E, disgraziatamente, questi criminali si insinuano esattamente dove cè folla è necessità di pensamento.

Il punto è che non si tratta sicuramente di una persona isolata, ma di una rete, un sistema, un modo di "pensare" pronto ad autogiustificarsi sempre, a coprire gli altri associati e a trarre il bene (soldi, incarichi, stabilità) dal male (morti e feriti, distruzione sociale e ambientale).

E il problema è che fino a quando questi criminali non sono fermati inquinano prove, operano per peggiorare la situazione (qualcuno ha detto esercito?), creano il criminale del giorno a ciclo continuo e arraffano quello che possono.

Ma forse qui cè la speranza. Agiscono in fretta perché sanno che potrebbero anche essere identificati e cacciati, sempre indenni e solenni tra inni e stracci colorati, ma altrove.

Troppo bubbo!
- Leggere bubbo rende bubbo, anzi troppo bubbo -

13 giugno 2017

Il doppio pensamento
Comè noto è sempre sbagliato (salvo quando è proprio quello che si vuole ottenere) mettere più di un concetto in una mail.
Ad esempio, e gia melero appuntato, una frase come: "Preferisci i diavoletti di cartesio in forma di bubbino o in forma di diavoletto?" detta in mail otterrà come risposta "Si" oppure "No".

Mami sono dato conto che gestire più di uno pensamento alla volta, e nella fattispece due, è praticamente rarissimo. O è che il mio coso sociale è frequentato solo da minuspensanti che ho accumulato nel tempo (che è possibile) oppure è un riflesso della minore capacità di elaborare il pensamento logico o le informazioni ma esterne per tempi superiori a 5 secondi e quantità superiori a 1.

Il caso è sempre quello della piazza che sisono fatti male. I pensamenti sono:

1 pensamento
- qualsiasi cosa può andare male (es. taluni universi, ecc.)
- talune cose quando vanno male possono fare molto danno (es. se cade un diavoletto, se si lancia una manciata di ICBM, ecc.)
- talune cose quando vanno male possono fare più danno al verificarsi di talune condizioni (es. se ci sono molte persone in una pizza se va male andrà peggio che se ci sono poche persone, se ci sono delle bottiglie ma di vetro andrà peggio che se ci sono bottiglie di plastica, se gli ICBM sono lanciati in un giorno festivo, ecc.)

2 pensamento
- la probabilità che una cosa vada male è variabile da 0+essilon a 1
- se la probabilità che la cosa vada male è più elevata di quanto si consideri accettabile la cosa va impedita o modificata
- se quando la cosa va male il danno è più elevato di quanto si consideri accettabile la cosa va impedita o modificata
- se l'incremento del danno dovuto a determinate condizioni è significativo tali condizioni vanno rimosse o ridotte

Non mi pare complicato eppure mirando ai commentari tipo "adesso cè quello dei terroristi" o, peggio, "altre volte non era successo nulla" è lecito chiedersi se ci sia in giro una massa di minuspensanti talmente elevata che essastessa ricade nell'acuta analisi bubboniana espressata da 2, dicesi anche due, pensamenti.


Troppo bubbo!
- Leggere bubbo rende bubbo, anzi troppo bubbo -

06 giugno 2017

Vecchium sitium
Ahh! Mirabile intersezione d'indicatori di bubbità!

1) Chiunque usi, soprattutto nei nomi file ma anche diverse altre occasioni vanno bene, termini come vecchio, nuovo, ultimo, finale, completo, definitivo, ecc. è isso fatto un bubbo (tendende allo stupido, ma la base è bubba).
 Resta da determinare il grado di bubbità, mannon cè incertezza sulla valutazione e sulle precauzioni da prendere, per questo i termini sopraelencati sono un indicatore preziosissimo e rapido del livello di confusione mentale e livello di comprensione del mondo ma contemporaneo di chi li usa.

2) Tutti i siti bancari hanno due versioni:
- una detta "nuova" che ha un sacco di spazio bianco, i caratteri grossi e una qualche percentuale delle funzioni che servono ma fatte in un modo degno del fatto che venga chiamata "nuova".
- una detta "vecchia" che ha tutte le funzioni che servono, sia pure fatte con un punto di vista che non è il tuo e che, siccome l'altra non basta e non sarà mai completata, resta in linea.

Ma il messaggio un banco che dice
"Ci scusiamo ma, per un aggiornamento tecnico, il "vecchio" internet banking non è al momento disponibile"
è una mirabile sintesi di bubbità.

Se non fosse pericoloso domandare cose a un bubbo (e tanto più se ha i miei soldi in tasca) glielo chiederei se il vecchio sito aggiornato diventa nuovo o se resta vecchio ma nuovo.

Troppo bubbo!
- Leggere bubbo rende bubbo, anzi troppo bubbo -

05 giugno 2017

I perché del protocollo
No, su perché appena uno è una utorità inizia a difendere la pparato e a criminalizzare il popolaccio non è chemmi metta a dettagliare i perché, troppo banali e troppo frequenti per meritare il mio pensamento. (bella la linea di indagare su chi ha scatenato il panico anziché indagare su perché il panico è stato dagnino! grande pensata degli autoritari!)

Quello che non sapevo è perché lo rganizzazione è stata fatta con il [PARTE DEL CORPO] e perché cerano i pampini.

Io opino che il pallone è una cosa che TU ci giochi, tutto il resto sono parti del business losco delle scommesse, della ludopatia e della malattia mentale sociale e quindi non è cheppoi mene occupi.

Ma mi hanno detto una cosa importante che sennò non l'averi mai pensata.
Siccome era una partita che non si picchiavano (non so perché) allora i controlli (che riguardavano i tifosi, non le persone inquanto umane e molli) e sicuramente il pensamento del lorganizzazione sono stati meno acuti (i controlli non sono mai acuti, ma il pensamento alle volte è migliore).

E, inoltre, siccome non si picchiavano cerano i pampini.

Allora due cose sono certe al momento:
- è meglio che si picchiano, tanto il popolaccio è sempre selvaggio e si fa male comunque
- è meglio se la prossima volta lorganizzazione la fa direttamente chi vende i vetri, almeno loro si preparano prima con accuratezza

Troppo bubbo!
- Leggere bubbo rende bubbo, anzi troppo bubbo -

04 giugno 2017

Il protocollo
Miravo a quello della piazza che si sono fatti male mannon essendo li nonnè che lo capisco bene.
E vedendo alcune dichiarazioni mi stupivo di come sembrava non esserci un protocollo preciso un po' di tutti gli autoritari. Sembravano sbandati, non si erano chiusi correttamente nella difesa della propria casta e cera agitazione.

Mappoi ho visto che la situazione è rapidamente migliorata:
- la colpa è della folla che sono ineducati e coi vetri e si pestano;
- la colpa è della folla che hanno paura dei attentati (metre gli autoritari dicono che sorvegliano e bombardano, quindi non cè da avere paura e bisogna solo continuare a fare shopping);
- la colpa è della folla che credono a chi dice di scappare, o ai suoni che sentono: ma le autorità avevano detto di scappare? e allora perché scappano stupidamente?
- la colpa è della folla che portano i pampini dove cè tanta gente;
- la colpa è della folla che si fanno male per avvantaggiare la loro parte politica o per disfavorire quella avversaria;
- la colpa è della folla perché e anche senza un perché.

Viceversa restano indenni da commentari e indagini:
- chi ha fatto i tagli a tutto ciò che serve per dare più soldi agli amici;
- chi ha deciso che per gonfiarsi di più deve tenere a sorvegliare in armi un buco inutile da tuttaltra parte;
- chi ha preso la stecca per lasciar vendere i vetri;
- chi ha scelto quel posto e ne ha determinato la capienza massima e la "sicurezza";
- chi ha deciso che cisi potevano portare i pampini;
- chi ha deciso quanti, ma preparati, erano tra la folla e dove e a fare cosa;
- chi è stato tradizionalista e non ha valutato se e come le cose cambiano;
- chi, qualsiasi cosa succeda, cerca di guadagnare un posto in lista con ogni mezzo.

Insomma il protocollo era quello solito, di giustificare gli autoritari e di condannare la folla.
Ma pambino ferito, quando poi ti svegli pensaci tu a rimettere a posto tutte queste cose.
Io non ho fretta, ma tu non farmi aspettare e vieni appena puoi.

Troppo bubbo!
- Leggere bubbo rende bubbo, anzi troppo bubbo -

03 giugno 2017

Atiquo computador
Il periodico pizzaiolo dice che hanno rubato il cervello lettronico di uno ma che è morto tipo 130 anni fa che, non so perché, qualcuno si è dato pena di conservare.
Macchessene fanno dico io, che al momento contemporaneo puoi acquistare una computadora per pochi euri! I antichi avevano le dita grosse, computaer e telefonini di pietra, morivano tutti per le malattie e ancora oggi è meglio non toccare le cose antiche che sono sporche. Infatti in tutti i musei cè proprio ma scritto di non toccare i quadri o le statue.

E infatti è enorme il contrato con quello che oggi siamo evoluzionati. Io stesso ho comprato un oscilloscopio (anzi due) per 20 euri (ciascuno), un generatore di segnali arbitrati e arbitrari ma per 60 euri nuovo, una computadora potente per 30 euri, e aspetto una software defined radio per 35 euri (che mi pare ancora più incredibile). E io mi ricordo bene di quando la lista di sopra ma erano cifre pazzesche e se eri bubbo non potevi.

Insomma se uno fosse furbo al giorno contemporaneo potrebbe fare cose incredibili anche solo risparmiando sulle merendine (che se uno è furbo è anche facile).

E, invece, adesso che tutte le strade sono aperte per chi ci vuole andare si mettono a rubare vecchi cervelli lettronici e, ancora peggio, a conservarli.

Troppo bubbo!
- Leggere bubbo rende bubbo, anzi troppo bubbo -