Passa ai contenuti principali

In nomine solutionis

E' interessante mirare alle "discussioni" sulla questione politica delle pizze.
In realtà cè pochissima discussione, grassomodo gli uni ripropongono slogan assolutamente indiscutibili tipo "finiamo come i mangiatori di olive", "populismo", "non si può uscire dall'europ*" o "i parlamentari del comico sono tutti bubbi".
Gli altri provano a dire qualcosa ma senza nessun esito o senza suscitare un qualsiasi tentantivo di discutere come bubbi liberi, senza slogan.

Inoltre cè una violenza fortissima ed insolita contro i parlamentari. E' una forte variazione della propaganda che finora chiamava "onorevole" il condannato con sentenza definitiva per cose tipo "gestione dei collegamenti con la mafia" o il tradizionale corruzione.

Ma ha ragione il partito o no? Questo stile di propaganda può servire per far accettare il farabutto che vorrebbe come president* o il saccheggio liberista e contemporaneamente guadagnare alle prossime lezioni?

Per il momento direi di no. Mi pare che il partito si muova con più violenza ma non con più impegno. Dopotutto se erano così capaci di convincere potevano anche vincere senza tante storie e invece sono andati decisamente male.

Tuttavia un punto saldo hanno e mi diverte vederlo sempre al suo posto. Il partito è di sinistra. Ok, non hanno la tuta come dice il libro, ma pensare che siano, che siano stati o che vorrebbero essere di sinistra è davvero raro.

Le definizioni sono complesse e historiche ma grossomodo si può ritenere che la sinistra non possa essere anche liberista (soprattutto nella teoria del mandarinato tecnocratico tanto caro al noto idiota e ai suoi amici), razzista (perché è sempre internazionalista) e tutta intenta a favorire la concentrazione di ricchezza (comunque si definiscano le classi povere la sinistra tenderebbe alla distribuzione della richezza).

Poi uno mira ai campi di concentramento, alle botte ai noTAV, ai soldi alle banche scrupolosamente votati perché non cè alternativa, alle condanne, alle omissioni, al rispetto delle amicizie e dei valori della famiglia e dovrebbe constatare se la cosa è occasionale o sistemica e trarre le conclusioni.

E invece no. Nomine domina substantias!

Troppo bubbo!

Commenti

Post popolari in questo blog

Il punto 4

Uno potrebbe opinare che la dichiarazione ma non la legge nessuno e effettivamente le prime frasi sono tali da scoraggiare qualsiasi ipotesi di proseguire a perdere tempo.

Mami pare bello che in un testo che ha lo scopo preciso di non dire nulla e quindi di piacere a qualsiasi politicante, vicino o lontato chessia dalle lezioni, ecco in un testo così hanno avuto la pazienza di alabare l'industria bellica, di augurarsi nuovi conflitti con morti altrui e di sognare che un giorno anche i partiti di "sinistra" possano essere pacifisti perché tutta la spesa di guerra  "è decisa dall'Europ*, non da noi".

Insomma nel male di un testo spazzatura ecco che sorge il bene di una pappatoria politica ed economica ma di livello europ*. Certo qualcuno ci mette di morti, ma questo è solo un limite alla lungimiranza non un crimine che qualcuno si sia dato pena di condannare o, almeno, di mirare.

E così il blabla contro questa istanza di europ* resta alle lagnanze precedenti …

Cercasi?

Tutti i periodici cè quello della lettera per riprendersi la sovranità dei bevitori di thè.
Però non trovo quanto pagano le spie e come.

Infatti è ovvio che, come si usa tra nazioni ed enti democratici, sarebbe assurdo andare a una trattativa senza avere comprato delle spie. E' vero che sono abbastanza bubbi da scrivere tutti i trattati (e quanti ne scrivono!) coi piedi, senza prevedere bene che se uno si ficca in una cosa ma che non può uscire è e sarà pericolosissimo, però non prenderei neppure in considerazione di trattare senza l'illusione di avere delle informazioni extra.

Ma non riportano i prezzi e se li pagano ma coi soldi o passaporti o cosa.
Però di una cosa si può essere certi: le spie vorrano essere pagate come ma per tirarsi fuori dagli enti che trattano, certi che loro che possono scegliere non vogliono essere sudditi di simili strutture.

Troppo bubbo!
- Leggere bubbo rende bubbo, anzi troppo bubbo - 

P.S.: Bubboni è ovviamente disponibile a sostenere le trattative…

In stile

Ho cambiato lo stile ma in modo più bubbo.
Ora ogni parola sembra chissàcchè, più grande, più vuota, circondata da più spazio ma colorato.

Insomma lo stile ma contemporaneo.

Troppo bubbo!
- Leggere bubbo rende bubbo, anzi troppo bubbo -