Passa ai contenuti principali

"[VERBO] tutti!"

Spesso dicono i vecchi sull'autobus [VERBO] tutti!", come commentario e proposta di soluzione a largo spettro rispetto la situazione politico-economica pizzaiola che patiscono, nonostante la propaganda sempre più ossessiva ed integrale.

Per me, che sono antimilitarista, è solo un modo per sottolineare la distanza tra caste e per espressare quello stato di paura e miseria che solo un professore dell'idiozia poteva consolidare così in profondità.

Ma ora vedo che anche nei negozi, e non solo i vecchi, dicono lo stesso. La reazione degli astanti varia. Chi finge di non aver sentito, chi concorda davvero, chi concorda per dare ragione ai pazzi.

La mia è di stupore. Sul piano dei contenuti ovviamente dissento senza il minimo dubbio: è vero che [VERBO] tutti, o anche solo qualcuno, cambierebbe fortemente lo scenario, ricacciandone tanti nelle fogne, ma sono convinto che [VERBO] denota quell'inutile impazienza verso Colei che tutti pareggia e che gli dei del tempo punsicono col contrappassso di impedire la soluzione vera dei problemi attuali e assicurando la creazione di altri ben più gravi e duraturi. Inoltre mai il sangue versato attira i dei della giustizia, con quello che ne segue.

Ma sul piano della forma mi dò conto di quanto ragiono in rete. Io non mi sognerei mai di dire in pubblico come dicono i vecchi perché è eterno, searchable e immdiatamente punibile anche solo pensarlo.
Invece i vecchi, fino a quando non cè uno della polizia segreta fuori dalla porta che li porta in un comodo luogo di tortura, opinano di potersi espressare anche in modo apertamente contrastante con la propaganda democratica.

Tutto sommato menomale che loro non conoscono minimamente le tecnologie contemporanee, saranno solo parole dettate dalla paura mami spaventano facilmente.

Così ancora una volta risulta che l'ignoranza tecnologica è un bene, comè bubbo che sia, anzi

Troppo bubbo!

Commenti

Post popolari in questo blog

Il punto 4

Uno potrebbe opinare che la dichiarazione ma non la legge nessuno e effettivamente le prime frasi sono tali da scoraggiare qualsiasi ipotesi di proseguire a perdere tempo.

Mami pare bello che in un testo che ha lo scopo preciso di non dire nulla e quindi di piacere a qualsiasi politicante, vicino o lontato chessia dalle lezioni, ecco in un testo così hanno avuto la pazienza di alabare l'industria bellica, di augurarsi nuovi conflitti con morti altrui e di sognare che un giorno anche i partiti di "sinistra" possano essere pacifisti perché tutta la spesa di guerra  "è decisa dall'Europ*, non da noi".

Insomma nel male di un testo spazzatura ecco che sorge il bene di una pappatoria politica ed economica ma di livello europ*. Certo qualcuno ci mette di morti, ma questo è solo un limite alla lungimiranza non un crimine che qualcuno si sia dato pena di condannare o, almeno, di mirare.

E così il blabla contro questa istanza di europ* resta alle lagnanze precedenti …

Cercasi?

Tutti i periodici cè quello della lettera per riprendersi la sovranità dei bevitori di thè.
Però non trovo quanto pagano le spie e come.

Infatti è ovvio che, come si usa tra nazioni ed enti democratici, sarebbe assurdo andare a una trattativa senza avere comprato delle spie. E' vero che sono abbastanza bubbi da scrivere tutti i trattati (e quanti ne scrivono!) coi piedi, senza prevedere bene che se uno si ficca in una cosa ma che non può uscire è e sarà pericolosissimo, però non prenderei neppure in considerazione di trattare senza l'illusione di avere delle informazioni extra.

Ma non riportano i prezzi e se li pagano ma coi soldi o passaporti o cosa.
Però di una cosa si può essere certi: le spie vorrano essere pagate come ma per tirarsi fuori dagli enti che trattano, certi che loro che possono scegliere non vogliono essere sudditi di simili strutture.

Troppo bubbo!
- Leggere bubbo rende bubbo, anzi troppo bubbo - 

P.S.: Bubboni è ovviamente disponibile a sostenere le trattative…

In stile

Ho cambiato lo stile ma in modo più bubbo.
Ora ogni parola sembra chissàcchè, più grande, più vuota, circondata da più spazio ma colorato.

Insomma lo stile ma contemporaneo.

Troppo bubbo!
- Leggere bubbo rende bubbo, anzi troppo bubbo -