Passa ai contenuti principali

Matematicus presentatio

Due cose sono certe di ogni presentazione tecnica che vado ché poi si mangia:
- la massima attenzione della platea cè all'inzio (e cera anche il caffé iniziale coi biscotti comprati ma buoni);
- all'inzio il capo dei commerciali presenta 4 o 5 slide sui dati di business della casa madre (ovviamente le presentazioni tecniche le fanno società non pizzaiole).

Infatti, mimando almeno una parte di quel vertice di stupidità che possono raggiungere solo le informazioni di sicurezza dei aerei, è certo che quello che interessa meno una platea tecnica è parlare concettualmente del business della casa madre e quindi da quello si parte quando l'attenzione è massima.

Cheppoi ci sono i contesti dove l'unica cosa che interessa e che può essere capita sono milioni di dollari, la ripartizione geografica e l'età media del personale ma in quei casi il capo dei commerciali non saprà rispondere a nessuna delle domande che l'udiorio farà (Quando si chiude l'anno fiscale? I dati nella terza slide sono in milioni di € o di $? In quali nazioni sono i centri di ricerca? Nei dati del business dei prodotti business-critical avete incluso altre cose oltre ai diavoletti di cartesio? Il dato nella casella ZZyAB 43245 è ante-imposte? e simili).

Ma anche coi tecnici è certo che il capone dei commerciali dirà qualche bubberia e io mele segno. Quelle di questa volta che mi sono piaciute sono

- "tra i primi 10 siamo nella top 4" (ochhei è un modo bubbo di dire che siamo 4...)
- mostrando un grafico a torta con tre aree diseguali: "se facciamo la media siamo al 33% per area, quindi i dati sono bilanciati"

Troppo bubbo!

Commenti

Post popolari in questo blog

Il punto 4

Uno potrebbe opinare che la dichiarazione ma non la legge nessuno e effettivamente le prime frasi sono tali da scoraggiare qualsiasi ipotesi di proseguire a perdere tempo.

Mami pare bello che in un testo che ha lo scopo preciso di non dire nulla e quindi di piacere a qualsiasi politicante, vicino o lontato chessia dalle lezioni, ecco in un testo così hanno avuto la pazienza di alabare l'industria bellica, di augurarsi nuovi conflitti con morti altrui e di sognare che un giorno anche i partiti di "sinistra" possano essere pacifisti perché tutta la spesa di guerra  "è decisa dall'Europ*, non da noi".

Insomma nel male di un testo spazzatura ecco che sorge il bene di una pappatoria politica ed economica ma di livello europ*. Certo qualcuno ci mette di morti, ma questo è solo un limite alla lungimiranza non un crimine che qualcuno si sia dato pena di condannare o, almeno, di mirare.

E così il blabla contro questa istanza di europ* resta alle lagnanze precedenti …

Cercasi?

Tutti i periodici cè quello della lettera per riprendersi la sovranità dei bevitori di thè.
Però non trovo quanto pagano le spie e come.

Infatti è ovvio che, come si usa tra nazioni ed enti democratici, sarebbe assurdo andare a una trattativa senza avere comprato delle spie. E' vero che sono abbastanza bubbi da scrivere tutti i trattati (e quanti ne scrivono!) coi piedi, senza prevedere bene che se uno si ficca in una cosa ma che non può uscire è e sarà pericolosissimo, però non prenderei neppure in considerazione di trattare senza l'illusione di avere delle informazioni extra.

Ma non riportano i prezzi e se li pagano ma coi soldi o passaporti o cosa.
Però di una cosa si può essere certi: le spie vorrano essere pagate come ma per tirarsi fuori dagli enti che trattano, certi che loro che possono scegliere non vogliono essere sudditi di simili strutture.

Troppo bubbo!
- Leggere bubbo rende bubbo, anzi troppo bubbo - 

P.S.: Bubboni è ovviamente disponibile a sostenere le trattative…

In stile

Ho cambiato lo stile ma in modo più bubbo.
Ora ogni parola sembra chissàcchè, più grande, più vuota, circondata da più spazio ma colorato.

Insomma lo stile ma contemporaneo.

Troppo bubbo!
- Leggere bubbo rende bubbo, anzi troppo bubbo -