Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2015

La scelta del dato

Volevo riflessionare su quello del governo delle pizze mappoi risulta che nonne so nulla.
Ho chiesto e ho letto anche i dati però noncè verso di capire se qualcuno selo crede. Quelli del partito, anche non per questioni di soldi, espressano la loro fedeltà sostanzialmente in due modi già ben noti e studiati che sarebbero la pagliuzza doro e la redutio ab rationalitatis.

Il primo (che ho appena detto che sono ben noti e quindi poi non sarebbe dadire) è che si prende una pagliuzza e su quello si basa vuoi la prezzamento vuoi la critica feroce agli avversari. Come se la pagliuzza non avesse un dato dimensionale, generalmente nullo, e non fosse inserita in un contesto di azioni e di persone, generalmente censurabili.

Il secondo è quello di aggiustare anche inconsciamente dati, date, fatti o quello che serve in modo che la zione dell'amico diventi non solo buona ma anche razionale ed accettabile. Questa è una tecnica essenziale quando si deve passare da una realtà di business, comè rea…

Limites matematicus

Il fatto che il bubbo medio sappia contare solo fino a venti potrebbe sembrare una limitazione.
Ma questo è un mondo bubbo eccosì non mi ha stupito più di tanto vedere, ma su un sitio, un grafico fatto giustamente così



Però un po' si vede che ci sono dei limiti perché più di venti non può essere ma dovrebbero mettere anche numeri più grossi, a costo di scrivere quelli di prima in maiuscolo.

Troppo bubbo!

In contra della coerenza

Uno dei sacri principi della democratura è che gli amici dei miei nemici sono miei nemici e i nemici dei miei nemici sono miei amici.

Sacro principio delle organizzazioni è che chi non ha un ruolo naturale o selo sta conquistando ha come nemico principale chiunque occupi il medesimo spazio per antichità o per natura.

Dai sacri principi consegue a macchinetta che ISI ha come nemico l'organizzazione di cattivi precedente.

Ma ne deriva anche che i cattivi di prima ora sono nemici del nemico e quindi sono isso fatto amici delle nazioni che vivono sotto il tallone della democratura.

In virtu della mancanza di obbligo di coerenza della propaganda ora si tratta di dire che i nemici di prima ora sono diventati amici.Non è difficile ma è divertente ed è bubbo mirare che, piano piano, sta iniziando la giravolta.

L'unica preoccupazione è che la coerenza caratterizza solo i commercianti di armi e il loro famigerato capo mondiale. Per questi criminali non ci sono amici o nemici ma solo gra…

L'incompletezza dell'essere

"A PC is not complete with a keyboard and mouse. That’s why the All-in-One PCs have both items included in the box at no extra costs."

Bella roba! Così è incompleto!
Non potreste privarmene per avere l'All-in-One PC completo?

Sembra un ragionamento bubbo, poi uno legge la versione attuale della discussione sulla priorità del traffico di rete e allora tutto diventa logico. O bubbo, anzi

Troppo bubbo!

Senza

Ah, con tutta la bubberia del mondo, ora che l'uso di parole stramplatate che solo la stupidità artificiale può propalare è la norma dei manuali e siti, ora che il latinus bubbonianus è lex et dirittus, proprio ora non ho tempo di annotarmi tutte le bubberie e di riflessionarne la loro origine.

Ah, mancherà ai futuri una descritio mundi che ninguno potrà poi ricostruire perché la falsità della rappresentazione ufficiale e della propaganda ne nasconderà i tratti più bubbi e, quindi, più essenziali.

Vabbé.

Miravo una pellicola che giocano a scacchi (sarebbe quel gioco che si mangiano delle figurine, non solo i dischetti, anche se le regole sono poi praticamente le stesse tolto che le figurine non si mettono mai una sopra l'altra perché non ci stanno).
E che siccome volevano far credere che uno era molto bravo allora non era li con le figurine ma diceva all'altro le posizioni e allora l'altro (che comunque doveva sembrare anche lui bravino anche se non era il protagonista…

Esageratamente grosso

"Sconto del 20% - Occasioni dell’Immacolata"

E' bubbo vedere come il metodo di scrivere delle cose che hanno un significato o un tono diverso o opposto se una delle parole è sostituita con un sinonimo, che ogni tanto usa Bubboni, poi lo usano anche altri.

Troppo bubbo!

L'importanza del cecio medio

Comè universalmente noto il Bubboni è uno dei più grossi sociologi non professionali viventi e beventi a causa delle sue acute analisi su uno dei pochi fenomeni che possono esistere una volta sola per cada società comè la deindustrializzazione.

Ma il paradosso di ieri è bubbissimo.

Il Bubboni si faceva riscaldare dei ceci in scatola ma che erano avanzati dalla preparazione del suo famoso pane ai ceci e due pepi.

Così per sapere se i ceci erano abbastanza caldi prese un cecio ma medio, cioè non al centro della padella, che magari era più caldo, per stimare se tutti i ceci erano già pronti.

Così è bubbo che un sociologo, sia pure non professionale, si pappi proprio il cecio medio, anzi è

Troppo bubbo!