Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2008

Tutto aggratis

Ho appena speso 30 euri per connettermi ad Internet gratis (secondo il sito dell'operatore).

Meno male che ho gratis solo 100 ore a scatti di 15 minuti altrimenti, abituato come sono a buttare i soldi pagando per ciò che è gratis, potrei anche generare troppo traffico.

Però mi rimane il dubbio. Ma per cosa ho pagato? Per il privilegio di usare il malfunzionante portale dell'operatore? Per acquistare una carta servizi inutile, visto che non dà la connessione a Internet che è gratis? Boh?

Troppo bubbo!

Presentazione bubba

Sempre ottimista mi aspettavo che la presentazione via web che ho visto oggi fosse davvero interessante.
Il tema era più o meno "Novissime bubberie per le reti degli operatori telecom" e, siccome è un po' che io stesso non preparo una presentazione su questo tema, mi aspettavo ci fossero novità ancora oscure alla massa dei bubbi.
Anzi, con uno sfoggio di umiltà inusuale per un bubbo, mi aspettavo anche che ci fosse qualche concetto nuovo e difficile da capire.

Manco per niente! Il succo è sempre lo stesso, lo scrivo qui tanto servirà ancora per anni e anni.

1) I bubbi non riescono a spendere per la voce più di quello che spendono ora, tutto è saturo.
2) I dati potrebbero portare soldi crescenti (gli unici che interessano agli stagisti in economia) ma ci si guadagna poco in valore assoluto, sono una rogna, richiedono investimenti e di capire qualcosa di IP
3) I contenuti sono una manna! Basta fare pirateria taglieggiando i fornitori e facendogli pure pagare la pubblicità. Solo …

Cose belle e cose bubbe

Mi segno alcune cose belle e una bubba, giusto perché non è vero che è tutto bubbo.

- Qui tra le tapas negli eventi pubblici ci sono sempre più spesso i traduttori nel linguaggio dei segni. Tra le mille lingue che mi piacerebbe parlare c'è anche questa, che mi sembra bubba. Addirittura nei congressi politici dei fasci sul palco c'è anche il traduttore. Vabbé, saranno fasci ma non dicono quello che dicono i politicanti pizzaioli! Altrimenti sarebbe tutto un segni bubbi, divertenti ma inadatti ai minori.

- Nella prossima esposione internazione di [NOME CITTA' DELLE TAPAS] TUTTO sarà accessibile a TUTTI.

- Nella capitale delle tapas hanno un piano per assicurarsi che nessun senza casa muoia di freddo durante l'inverno. La cosa incredibile è che il piano è stato lanciato in NOVEMBRE. Cioè ci avevano pensato prima che i poveracci rischiassero di morire. Incredibile. Seppoi penso anche che è anni che sono organizzati così c'è davvero da incazzars*.

- Sempre nella capitale de…

Comunicazione inutile

Più traffico nel marketing e più mi pare che la comunicazione non serva a nulla quando ci si rivolge al bubbo.

Nella capitale delle tapas c'è una cosa che stupisce sempre i pizzaioli in visita: sulla scala mobile si stà a dx, in modo che si formi una "corsia" a sx per chi, avendo fretta, vuole risalire la scala a piedi. Non so se quando hanno messo le scale mobili c'era un bubbo grosso che picchiava tutti quelli che non tenevano la dx e non volevano risalire a gran velocità, però ora NON ci sono cartelli che spiegano come funziona. Questo fa sì che dove si ammassano i turisti ci sia qualche deviazione dalla norma, ma non più di tanto.

Una notte rientravo a kasa dalla periferia industriale. Nebbia totale, buio pesto, GPS per cercare di capire se c'è una strada o una rotonda. L'indicazione davvero utile in queste condizioni è la striscia sul bordo della strada (che non c'era, come si usa tra le pizze). Intuisco che c'è un mega cartellone che dice "tr…

L'inganno della legge

Spesso riscontro come la bubbità sia sottovalutata o sopravvalutata anche da bubbi normalmente equilibrati. Ad esempio mi capita di ricevere le solite mail spammatorie della bambina malata che se manda tot mail la curano, altrimenti la lasciano crepare tra i tormenti. E' chiara un'aspettativa di bubbità del mondo che sembra eccessiva anche al medesimo Bubbo Bubboni.

Vicevesa quando si parla di legge elettorale democraturatica c'è un'aspettativa di equilibrio, razionalità e martellatura del proprio partito che mi sembra bubbamente esagerata.

Ho visto personalmente come e perché fu fatta la prima riforma bubba della legge elettorale (quella della raccolta firme per evitare nuovi partiti) e riscontro come gli obiettivi e le speranze di quella riforma sono ancora attuali.

Per il partito più grosso della """sx""" la legge elettorale serve essenzialmente a due cose:
1) far fuori i partiti piccoli della medesima area di """sx"&quo…

Eurobubbi

Mi hanno detto che uno stato ha dato 60 milioni di euris a una società che a messo lì una fabbrica di telefonini.

Poi detta società ha detto che licenziava tutti (2300 bubbini e almeno 2000 dell'indotto) e si trasferiva più a est perché la vita costa meno e le bubbe sono ugualmente bionde.

Quindi i politici dello stato hanno cambiato telefonino, hanno chiamato gli avvocati per farsi ridare i soldi e hanno annunciato una campagna contro la detta marca di telefonini.

Quindi il fabbricante ha detto che forse forse non è vero che la vita là e meno cara... che poi si mangia peggio... che magari si trattengono lì che è bello... ecc.

DOVREBBE INTERVENIRE L'EUROPA!

1) multare lo stato che ha dato aiuti anticoncorrenziali;
2) punire lo stato per il minacciato boicottaggio a una società europea che cerca di competere in un mondo bubbo;
3) accusare gli operai da licenziare di scarsa solidarietà verso quelli all'est, che sono eurobubbi pure loro, e spiegargli che secondo la teoria economica …

Bubbs drive test

Mi è capitato di vedere delle auto da scuola guida e se ne riscontra l'estrema bubbità. Si vede infatti il bubbo tutto concentrato sulla strada e sui pedalini e l'istruttore che, ogni tanto, impartisce istruzioni.

Ma non è così che si guida! Che importanza ha saper svoltare in quelle improbabili condizioni??

In un eccesso di esplicazionismo mi appunto qui come si dovrebbe fare per insegnare il vero modo di guidare un auto modernamente accessoriata in condizioni reali. Ovviamente le prove vanno fatte al simulatore dato che, come dimostra la bubba realtà quotidiana, guidando in questo modo ci sono tot morti l'anno. (tot=l'obiettivo fissato dall'europa per il 2010 è di 3.100 morti per incidenti stradali annui. Nel 2005 erano 5.426. Certo che bisogna essere ben bubbi per fissare questi obbiettivi).

Esempio di test di guida:
- il candidato effettui il pairing bluetooth tra cuffietta e telefonino mentre guida su strada urbana ed effettui una chiamata usando la selezione voca…

Bel colpo!

Eccosì i servizi segreti del tale paese sono riusciti a guadagnare gratis il controllo su alcuni ordigni atomici! Bel colpo, non c'è che dire.

Strano che i periodici del tale paese non presentino bene una notizia che dovrebbe riempire d'orgoglio militari e ultranazionalisti vari!

Così, forse non avendo altro da pubblicare, parlano solo del fatto che un tale ha divorziato e ora sta con un fotomodella del tal paese.

Trop bubbs!

Geografia ed economia

Ogni tanto ascolto la radio pizzaiola, anche se con sempre minore soddisfazione.

Stamattina la pennivendola (mah, forse era solo il tipo "bubba poco sveglia" non proprio il tipo "bubba maligna", ammesso che i bubbi pennivendoli non siano maligni) chiedeva al bubbo stagista in economia una roba simile a: "secondo lo statistiche le famiglie italiane tirano la cinghia però l'eurobanca vuole alzare i tassi per contenere l'inflazione. Non è una contraddizione?"

Risposta dello stagista: "No perché la teoria dice di fare così e poi di inventarsi qualcosa per far circolare più soldi, che in teoria è utile. Comunque i poveri sfigati hanno solo da lavorare di più o da emigrare, non credo che l'europa o gli economisti bubbi possano rendergli la vita facile."

Risposta di Bubboni: "Ebbrava bubba! Hai appena imparato la differenza tra "le famiglie italiane" e "la banca europea".

Troppo bubbo!

Capire un cazz* - Il ferro da stiro

Sono "on-the-market" per un ferro da stiro, anche se - come al solito - presto inizierò la riparazione di quello vecchio.

Prezzo minimo 10 euri (media circa 20 euri)
Potenza minima 2000 W.

I modelli di 10 anni fa avevano già una potenza di 1 kW, non era poco e milioni di bubbi sono andati al lavoro con delle camicie decenti che hanno permesso al PIL mondiale, alla scienza, al benessere e al buco dell'ozono di progredire senza sosta.

Possibile che ora con meno di 2 kW non si riesca a vestire un bubbo?

Beh, se lo uniamo al consiglio """ecologico""" di usare delle lavatrici da almeno 1000 giri al minuto forse il ferro con doppio vapore + spray stirastira + 2 kW di potenza ha un suo senso. Spero di non leggere nella solita rubrica che con 2 kW si stira per meno tempo!

Mah, mi sa che il mondo sta prendendendo una brutta piega.

Troppo bubbo!

Il bubbo al bivio tra il vizio e la virtù scelse...

Che peccato che i principi della democratura (& loro parenti e amici) siano sempre innocenti o, almeno, non punibili!

Mentre i bubbini quando si trovano al bivio tra la larga e comoda strada del vizio e la stretta e faticosa strada della virtù scelgono di non delinquere... i principi sono sempre automaticamente non colpevoli e sono privati del piacere delle scelte morali.

Così anche se sembra bubbo, a giudicare dagli atti e non dalle apparenze, in realtà è onesto sia lui che i suoi compari.

Speriamo solo che l'allegra banda continui a difenderlo fino alla fine! Non vorrei che venissero meno i valori dell'associazione [SCOPO DELL'ASSOCIAZIONE] proprio adesso che i bubbini hanno bisogno di un conforto nei valori del bene e della morale.

Poi già che dilaga il qualunquismo bubbo! Se non si difendono neppure tra loro!

Troppo bubbo!

Ho daffare!

Esagerano questi democraturatici bubbi!

Siccome un monarca ha scelto di declinare l'invito adesso invocano la tradizione per cui tutti devono poter parlare in tutte le sedi.

Eh no! Io non riesco, ho da fare. Non vorrei che le università iniziassero ad invitarmi a raffica solo per ristabilire i valori della democratura.

Eppoi che gli dico che piaccia? Menomale che dicono che il contenuto del discorso non importa ma solo il fatto che il bubbo possa parlare.

Ok, allora dico che è uno schifo che le università prendano soldi dagli armati, che molti poi lavoreranno a progettare e produrre armi per ferire e uccidere, che i titoli di studio non hanno valore perché la qualità è nulla, che al bubbo non si può insegnare nulla ma che dormendo in aula si guadagnano comunque crediti, che se non tutti i laureati sono servi del più bubbo è certo che tutti i servi sono bubbi, ecc. ecc.

Ma non è meglio fare come il monarca che a tanti ha tolto e toglierà il diritto di parlare, di pubblicare e di lavora…

Freschi freschi

Che bubbo sentire il clamore di quanti vogliono che parli, eventualmente per poi giudicare.

Così è il bubbo democraturatico. Prima l'ultimo monarca assoluto parla poi, semmai, si valuta quanto è bubbo. Come se parlare avesse un qualche rilievo nel mondo bubbo o se dalle parole di un bubbo si potesse ricavare una cura per la bubbità.

Quello che però mi meraviglia è che illustri professori non l'hanno *mai* sentito parlare e così si lamentano dell'intento censorio di chi non vuole che parli proprio lì, in un'altra nazione, in un certo tipo di locale.

Chissà, forse non avendolo mai sentito - e magari scambiando le parole con i fatti - saranno felici. Inoltre quando scrive, da pochi anni, intasca il diritto di bubbo e non mette più niente in licenze aperte. Magari conviene invitarlo rispetto a riempire la biblioteca pubblica dei suoi libretti.

Una volta anch'io avrei voluto che parlasse, che condannasse, che assolvesse, che partecipasse a drammi e speranze, che qualche vol…

Leggi fondamentali

Pagina 60 della legge [NOME LEGGE] 2008:

Nella tabella A, parte III, nel numero 7) la parola: "non" è soppressa e il numero 1) è sostituito dal seguente:

"1) Cavalli, asini, muli e bardotti, vivi, destinati ad essere utilizzati nella preparazione di prodotti alimentari."

Mah. Sono animali vivi che, rimanendo tali, danno una zampa a fare i prodotti alimentari (chessò per mettere i bubberi nelle scatole) oppure vengono ammazzati per entrare tra gli ingredienti?

Però non ho mai visto un "bardotto" in etichetta. Mah. Io la parola "non" l'avrei lasciata...

Troppo bubbo!

Palmari

Due bubberie del palmare

- Il navigatore GPS non porta MAI a destinazione. Quando la bubba dice "tra 100 metri arrivo" uno spegne. Quando la bubba dice "arrivo" uno cerca l'apriscatole e si rassegna a parcheggiare a qualche km, mentre la bubba ti martella con "tornate indietro quando potete - fate inversione a U - tornate indietro quando potete", prima di spegnere e tacitare la bubba.

- Questo sistema operativo è multitasking. Bella bubberia! Io vorrei un sistema bubbo-tasking, che fa quello che dice il bubbo e non quello che gli pare. Cosa fanno questi tasks che quando cerco un nome in agenda ci sono le palle che girano (sullo schermo) fino a quando non estraggo la pennina per resettare? Meglio quello di prima che faceva un solo task ed era quello che il bubbo voleva in quel momento.

Troppo bubbo!

Nomi

Si ricordano i nomi degli operai uccisi ma gli altri sono solo "la dirigenza della [NOME AZIENDA]".

Umm, non è un buon segno. I demoni si sottomettono solo quando se ne conosce il nome.

Troppo bubbo!

Bubbo il pennivendolo!

E' sempre bubbo vedere come i pennivendoli fanno attenzione a non sbagliare. Gradassi e spavaldi, poi chinano la testina e si muovono sulle uova quieti quieti.

Mai una volta che dicano "inceneritori" sempre "bubbotermovalorizzatori".

Della bubbità dei bubbotermovalorizzatori è inutile che prenda appunti, da notare invece come i bubbini pizzaioli sono già stati ben programmati.

Del resto l'idea è di quelle semplici che piacciono al bubbo, un po' come il nucleare o il nazismo, e il bubbo è magneticamente attratto da questa roba. Poi basta un po' di propaganda martellante e via, il bubbino è programmato.

Troppo bubbo!

Asilo

Non si fa in tempo a capire una questione che subito un'altra arriva ed è incomprensibile! Ah, 'sti pennivendoli!

Oggi una bubba spiegava che il nido per i pampini è un diritto cossuttazionale, che i pampini qui e pampini li, e via bubbeggiando.

Solo che:
- i posti non sono suff. per tutti (nazionali o no che siano, non ci sono per tutti e basta. E il diritto cossuttazionale?);
- la graduatoria è fatta in base al reddito (che gli """irregolari""" non possono documentare, quindi non possono essere in graduatoria);
- non mi pare che qualcuno dei burocratici di """sx""" abbia rivolto un appello alla disobbedienza civile per
1) avere un numero di posti adeguato alle necessità (di tutti, visto che è un diritto sacro del pampino)
2) detto (al ministro e in pubblico) che della documentazione sul reddito se ne frega (in barba a leggi e decreti e a rischio di sanzioni) perché è in grado di stimare il reddito "ad occhio di …

Di chi è la colpa?

Oh, pensavo fosse difficile capire di chi era la colpa, invece rimanendo tra le pizze è facile!

Tra pennivendoli, mafie, eco-mafie, bubbo-mafie, amici da nutrire, amici degli amici da accontentare sembrerebbe difficile muoversi, invece no.

Ho sentito il ministro [NOME MINISTRO] che chiariva in sede ufficiale, con i suoi amichetti politicanti, che:
- la spazzatura non fa male;
- bruciata fa anche bene;
- la colpa di tutto è dei bubbini che non si impegnano ad usare i cestini per risparmiare e per pigrizia.

Meno male. Credevo che i politicanti fossero tra i colpevoli e tra i criminali anche questa volta!

Troppo bubbo!

Predisposizione del bubbo alla tecnologia

Mi sono già appuntato diverse volte di come il corpo del bubbo sia funzionale alle tecnologie, oppure no. Tuttavia qualche volta questo ha sviluppi inquietanti.

Es.
Ho un paio di guanti con un cappuccetto per cui si possono, senza togliere il guanto, tirare fuori le dita. Credo che, nella mente dell'antico bubbo progettista, la cosa servisse a prendere dei cibi dagli alberi senza doversi togliere il guanto e patire il freddo. Bubberia delle bubberie! Il pollice rimane coperto e così non si può usare il cellulare senza togliersi il guanto!

Ho ricevuto (=pagato) un'altra chiavetta con i numerelli che cambiano per accedere al conto corrente, ho notato che molti agganciano il pen drive (o chiavetta USB) al portachiavi che già contiene la chiavetta dell'antifurto, la chiavetta del caffé aziendale, la chiavetta del caffé del cliente, la chiavetta delle bibite della palestra ed altri valori bollati e non.
Nel corpo del bubbo c'è un ripostiglio incorporato e abbastanza sicuro, sop…

Idee per bubbi

Dice un quote umoristico di oggi ""La Bibbia dice che senza il segno della bestia non si potra' vendere, comprare, ne' fare transazioni commerciali[...]"

Qualche mese fa ho letto di un bubbo che si è lamentato perché nei codici a barre secondo lo standard [NOME DI DIFFUSO STANDARD, non censurato ma non ho tempo di cercare tutti gli standard che sono fatti così] la prima, l'ultima e la cifra centrale sono, per controllo, sempre 6.

Detto in modo più adatto ai bubbi: non si vende o compra niente senza codice a barre e tutti i prodotti hanno nel codice il numero 666.

Troppo bubbo!

Per i consumati

Ah, ci vorrebbe una europeat* che rimedi alla bubberia dei produttori!

Ogni prodotto deve avere davanti una sigla che permette di trovare eventuali drivers e updates sul sito del produttore.

E' pieno di baracche elettroniche prive di sigla prodotto, di siti dove quella sigla lì non c'è (non è che il prodotto è contraffatto, basta andare sul sito dei mangiatori di wuster o su quello del 'mericani per trovarlo), dove la sigla è qualcosa da addare al sito (es. sul frontale c'è scritto asd8343245-cx, ma sul sito se metti anche -cx non si trova NULLA).

Ma sono finiti i numeri? Maledetti gestionali bubbi!

Troppo bubbo!

Lezioni dalla democratura

Oh, finalmente riscontro che la democratura insegna qualcosa all'ultima monarchia assoluta esistente al mondo!

Quello che conta in democratura è parlare, comunicare, informare e votare ogni tanto. L'ultima parte è poco adatta ad una monarchia assoluta, ma comunque c'è.

Però quello che sembrano aver finalmente imparato è che devono dire tante belle cose.

Scusarsi per i pedofili, parlare di quanto è bella pace, emettere comunicati stampa pieni di belle parole chiare e semplici.

Bravi! E' così che si governa il mondo mediatico.

Quello che è escluso è denunciare i pedofili, maledire le armi, passare dalle parole ai fatti o rinunciare alle trattative più bubbe e segrete.

Però vedo che molti iniziano a notare che anche il monarca lo dice, pratici della democratura dove dire equivale mediaticamente a fare.

Troppo bubbo!

Bello casello

Girando più in aereo e bus che in auto non sono esperto della bubberia delle strade, però è ovvio che un sistema così non può che essere gestito bubbamente.

In una tale autostrada c'è, come in tutte le altre, un sistema di pagamento brevettato e registrato basato su onde radio. Così al casello ci sono le corsie dedicate a chi ha questo sistema installato.

Però, per la necessaria bubbità dell'amm.ne e dei giochi [NOME REGISTRATO DA MAFIA INTERNAZIONALE SEDICENTE SPORTIVA], hanno messo un sistema di pagamento praticamente uguale ma non compatibile e hanno fatto una corsia riservata solo a questo sistema.

Ho visto che milioni di bubbini si perdono la finezza della leggera variante del nome e, forse colpevolmente sottovalutando la bubbità del mondo, si incagliano nella corsia sbagliata, cercano di fare retromarcia (pericolosissimo!), bubbeggiano e chiedono aiuto.

Solo tre cose potrebbero ridurre la bubbità:
- abilitare *TUTTE* le corsie a *TUTTI* i sistemi automatici;
- mettere una mult…

Soluzionare il problema rifiuti a [NOME CITTA']

Semplice e bubbo. Basta mandare il [NOME AUTORITA'] in visita ufficiale per tutta la città.

Non a lavorare che non ha mai avuto occasione di farlo in vita sua, solo che quando c'è la visita ufficiale almeno un pezzetto "a vista" della città viene ripulito e riverniciato.

Epppoi dicono che le autorità non servono e/o che sono troppo costose!

Troppo bubbo!

P.S.: Mi pare un sistema più realistico che:
- cacciare la mafia dagli appalti pubblici;
- avere amm.ri onesti e capaci;
- cacciare nella testa vuota di milioni di bubbini storicamente completamente privi di qualsiasi senso dello stato che è indispensabile riciclare, per il proprio bene, non perché lo dice lo stato.