Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2015

Terrorisimo e individualismo

Tre cose mi hanno chiamato l'attenzione su quello dei terroristi.

1) Il popolaccio ma delle pizze è dimentico, ma del tutto, degli anni passati. Siccome non è probabile un'attacco di mnesia ma collettivo o zaimer ma precocissimo potrebbe essere che il passato è stato riscritto o cancellato ma anche nella dimensione esperienziale propria.
Non è insolito, è possibile una riscrittura che ridicolizza o svaluta quello che hai vissuto e provato ma di persona fino alla sostituzione con una versione distinta o presentata come iscientifica.
Non riuscirò a capirlo meglio anche perché servirebbe un confronto con chi davvero nonnera nato all'epoca dei fatti ma sarebbe bubbo.

L'effetto è che si ripongono le domande ma di base e che si ricredono le balle ma come nuove.

2) E' bubbo come l'individualismo profondo porta anche a volerne fare un soggetto ma interlocutorio. Così nascono pensamenti come "Bisogna andare al cine perché è terroristi vogliono che noi non andiamo&q…

Lo sforzo e il risultato

Anche io miravo il video che è quasi a nueve milliones che l'hanno visto.

Siccome c'è una canzone che magari è proprietà di qualche amico non lo metto, mi segno solo un disegno senza senso ma che hanno messo sul video probabilmente per facilitare il pigro motore di ricerca e che il disegno sarebbe [일소라] 일반인 고등학생  (però è bello il disegno, magari poi mi esplico come fanno e lo metto anche io, è più bubbo del tag e ugualmente insensato).
Ma quella che canta non è professionale. Forse è una estudiante anche se ha un vestito tipo i cartoni animati che lo escluderebbe e non la più classica divisa imposta dall'apposito mercato per il segmento specifico degli estudianti ribelli e trasgressivi. In definitiva mi sa che è una ma che, essendo un'altra, fa l'attrice.Il punto però è che, per complesse questioni sociologiche che riguardano i pampini rompipalle, la insegnanza obbligatoria e la limitata quantità di persone intelligenti con una popolazione crescente, è contemporaneo…

Teoria della musica moderna

Mi pare che siamo ad un nuovo stadio della progressione della musica contemporanea.

Ricordo quando la musica più suonata al mondo era quella di default di un certo telefonino.
E poi quando il suono mondiale era la notifica di un'altra marca.

Poi miero già annotato di quando la musica imitava le suonerie come modo per attirare l'attenzione, in un bel circolo tra causa ed effetto (la musica diventa suoneria e la suoneria è fatta con la musica) che sembra quello del pollo e della frittata o quello che è.

Ma ora un po' i default non sono così omogenei, un po' le suonerie mi pare abbiano meno mindsharing dell'antichità.

Però la musica di sottofondo, che comque resta a base suoneria, ora sembra sempre una suoneria. Inutile per creare emozioni inconsce o per riempire l'eventuale assenza di senso e messaggi di consumo resta solo la componente di avviso di chiamata.

Dovrei proprio mettermi li a riscrivere le musiche degli antichi correggendo gli errori che, inquanto …

Per lo scadenziario

Vabbene, nonnero pronto! Così gli ho rifilato due amaretti non scaduti, adatti al bubbo.

Ma il prossimo anno:

- cioccolato ultra-extra-supreme-dark-bubb-bitter al 99.99%. Praticamente prima di si comprimono le mandibole per quanto è amaro e poi ti comprime le meningi per quanto c'è di eccitante. In sintesi resti sveglio una settimana e la sensazione di amaro non ti esce dalla testa.
Il tutto incartato nel cioccolato per pampini extra dolce che sarebbe 2% pasta di burro di impasto di cacao, 98% olio di grasso di animali non identificati + sostanze chimiche che nessuno vorrebbe identificare + coloranti, conservanti e aromi artificiali e sintetici. Non testato su animali, solo sui pampini e ogni milione di euro di ricavi donano una matita a un pampino povero nell'ambito del programma educazionale "dove mettiamo la matita dei poveri gnoranti?".

- paziente raccolta di caramelle scadute dai cestini dei al berghi e delle fiere durante tutto l'anno. Quelle eventualmente …