Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2012

Vana speranza

"Gentile cliente ,
con l'avvicinarsi del periodo natalizio Le comunichiamo che nei giorni del 24/12 e 31/12 i servizi di assistenza saranno sospesi, saranno altresì sospesi i servizi di amministrazione e i servizi commerciali.
Nella speranza di aver fatto cosa gradita le auguriamo buone feste.

Mah. Dopotutto non è che i servizi di assistenza, amministrazione e commerciali siano così disastrosi che si fa cosa gradita quando finalmente sono chiusi.
Però forse è meglio fidarsi del parere di chi è interno all'azienda. Dopotutto non parliamo di sintassi.

Troppo bubbo!

Purché serva

Lo scorso anno già mi lagnavo che alla scuola che parli come un wusterl il libro è quello per i ragazzini, così le frasi tipiche sono "Ho 14 anni e da grande vorrei fare il piedepallasuonatore (o come si dice nelle pizze)".

Questanno invece ce questo video che è educazionale e parlano bene


ma che ha frasi fatte per i nativi, tipo "si riproducono come conigli", "chi vi ha invitato?" o "non abbiamo bisogno di questi selvaggi".

Ma non sarebbe meglio mettere frasi di uso comune pizzaiolo? Mi appunto qualche sempio aggiornato ora che tanti provvedimenti intelligentissimi e che erano gli unici possibili hanno preso gli illustri economist* europaracadutati.

"E' Lei che affitta un garage?"
"Per caso il regolamento condominiale vieta di usarlo come magazzino?"
"Solo alcuni materassi, una vecchia stufa e qualche valigia"
"Direi che 10 materassi ci stanno comodamente"
"Non è vero che tutti quelli come me fan…

Pauperis occulti

Andando (a piedi, perché è aumentato il biglietto del bus e se ho tempo risparmio in ossequio che il tempo è denaro) alla scuola che poi parli come i wusterl miravo che i poveri stavano rioganizzando i cartoni per la notte, inequivoco segno di previsione di freddo.

Infatti poi a notte, che cera un freddo che era freddofreddo, e un povero si era messo a dormire nella stanzetta del banco che il muro da i soldi. E' una buona idea tuttavia, per quanto la rigiri, non riesco a capirla.

Il principe europeo degli idioti e mezz'europ* hanno riempito di soldi alle banche che quindi erano (e sono povere). Ma il povero dormiva nella banca perché è povero. O perché è sì povero ma non come la banca che lo è molto di più e si tengono compagnia? Mala banca che ha ricevuto una montagna di soldi è rimasta povera? Ovviamente sì, come tutti quelli che ricevono denaro dagli dei e chene devono anche girare un po' al Partito.

Insomma non è chiaro chi abbia bisogno di aiuto perché povero. Comuque…

Minima bubbitatis

Non riesco a non stupirmi di quanto sia bubbo il mondo e di come io, che ne indago la bubbità, mi resto sempre corto nel contemplarla e nella puntarmela.

Mene segno due che poi non si esplica perché uno ride dassolo ma come fai a dirlo di quanto è bubbo?

1) Un collega mi dice che uno ha chiesto un ricambio per uno istrumento scientifico che gli aveva venduto. Il tale, che evidentemente non è di cultura in sopravvanzo, aveva rotto un diavoletto di cartesio perché, nella sua opinione, non funzionava. Manonè bubbo che a) uno venda e curi la manutenzione, ma di professione, i diavoletti di cartesio b) uno sia così bubbo che non li sa far funzionare?

2) Sono andato a che cantavano. Andesso non vorrei sembrare che sono multirazzista, disinclusivo o ugualmente abile, ma era un coro davvero strano. Erano tutti piccoli di statura. Erano tanti ma tuttitutti piccoli. Mavassapere quello dei cori come li fanno.
Comunque cantavano in tante lingue, quella dei formaggi, dei wusterl, dei bevitori di t…

Sognando coi piedi verso la porta

Taluni opinano che Bubboni sia il protipo dell'esterofilo perché mira alle pellicole nelle lingua coi segnetti e i sottotitoli nella lingua del the, dei formaggi o delle tapas.

Non è così.

Bubboni è il prototipo dell'esterofilo perché mira alle pellicole nella lingua delle pizze coi sottotitoli nella lingua delle pizze.

Troppo bubbo!

De prezzirebus in globalitate mundi

Peccato non non avere tempo, e forze, di riflessionare sulla questione dei prezzi nel mondo globale visti dalle pizze.
Credo però che un aspetto sia importante quanto trascurato nel pensamento standard sul tema.

Siccome quello che sono tutti globali allora i diversi livelli di efficienza si incontrano nello stesso luogo e tempo generando così i paradossi per cui il prezzo di un imballo prodotto localmente può essere superiore al prezzo del contenuto prodotto altrove.

Troppo bubbo!

Il fine della fine

Comè noto tra poco finisce il mondo perché il sole si allinea (qualsiasi cosa "allinearsi" voglia dire) con il centro della galassia (qualsiasi cosa "centro della galassia" voglia dire).

E miravo che tanti stanno prendendo provvedimenti vendendo a caro prezzo cose, tipo i kit con il pesce in scatola, la vodka e i preservativi. Mentre gli appelli per il sesso sicuro e per la preservazione dei pesci minacciati sono sempre doverosi, un po' di contraddizione logica uno potrebbe anche vederla nella composizione del kit ma comunque sembra che selo comprano.

E' anche bello mirare che le autorità hanno già preso sul serio la cosa e, come se fossero squallidi scienziati desiderosi di compiacere il politicante che li nutre, hanno lanciato gli appelli che non cè pericolo. Non ho capito se il pericolo sarebbe quello di finire all'inferno o che il mondo finisca, ma credo che nella scelta dello scampato pericolo ci sia una delle migliori discriminanti se uno è di dx …

Il tempo del denaro

"[La prossima bubberia tecnologica ha una velocità tale] che per scaricare un album musicale di 13 tracce (100 mega) impiegheremmo circa un decimo di secondo."

Praticamente grazie al progressare delle tecnologie 20 € ti durano circa un decimo di secondo.

Troppo bubbo!