Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2010

Bubbitatis svelationis

Resto impressionato dai commentari sulla cosa dei documenti persi che vedo su siti che grossomodo seguo, e un po' mi esplico perché tra le pizze c'è un certo tipo di rassegnazione e di perdita di valori (quale che arrivi prima) che non è poi così comune globalmente ma è proprio pizzaiola.

1) Ok, nessuno potrà mai leggersi dassolo tutti i documenti persi e soprattutto nessuno potrà farlo prima che vengano resi disponibili. Ci sono le sintesi e gli speciali dei giornali grossi (nessuno pizzaiolo, ovviamente), qualche documento e una marea di commentari e traduzioni grossolane di quello che dicono i giornali grossi.

Ma prima di dire quello che tanto uno direbbe sempre e comunque varrebbe la pena, almeno, di sincronizzarsi un minimo con i fatti. Però se uno è bubbo no. Il bubbo non dipende dal mondo esterno perché è bubbo e, anzi, considera rapportarsi a quello che succede un modo di essere una banderuola senza principi.

2) Il commento ufficiale, timbrato e sottoscritto da una ban…

Rotture

"Terrorismo, [TALE ORGANIZZAZIONE] sventa un attacco sotto l'albero di Natale"

Fermo restando che anche solo rischiare di fare del male a qualcuno non è ammissibile, questo più che un feroce attentato sembra una solenne rottura di palline.

Troppo bubbo!

A prima vista

Una delle caratteristiche della bubbità neoliberista europe* contemporanea è quello della tutela esagerata del lavoratore.

Infatti uno bubbo, sapendo delle lobby e che quello che gli interessa è fare soldi, potrebbe pensare che sono tutti li che lavorano e tanto. Uno si crederebbe che chi gli riesce ad entrare nella fortezza europe* poi lavori tanto e con il suo lavoro riesca a mangiare e mandi i soldi a casa come vuole fare. Oppure uno si crede che tutti nei paesi che c'è la crisi lavorano di più per pagare armi e mafie secondo le priorità di spesa dei loro re e che più sono in crisi e più lavorano.

E invece no. Più una nazione è dominata dalla teoria neoliberista e più i lavoratori sono così tutelati da non poter assolutamente lavorare. Addirittura nei campi di concentramento per stranieri è assolutamente impedito qualsiasi lavoro o di uscire e guadagnasi il pane per se e per i suoi lontani.

Così la scelta è tra il liberismo antico, quello che sfruttavano tanto i lavoratori, e q…

Perdenti

E' bubbo quello del sito che mettono i file che si sono persi. Io un po' lo guardo per vedere se ci sono file che ho perso io ma vedo sempre quelli bubbi che si sono persi quelli della più feroce democrazia.

Ma la bubbità è tutta nella reazione dei periodici. E' un po' come quello della democrazia con la TV eppoi con Internet. Sarebbe stato necessario mettersi lì e ripensare meccanismi elaborati quando la maggioranza del popolaccio usava dei telefonini enormi e di legno e invece non avendolo fatto ora sono riti incomprensibili che neppure la retorica del regime riesce a esplicare senza contaddirsi ad ogni 3 per 2.

In similiatis modus i periodici si vede che arrancano quando sono accessibili direttamente le fonti. Loro che erano nati per nasconderle (cfr. tutte le leggi di protezione delle fonti in diverse nazioni) e ora uno si legge tutto che quello che dovrebbe spiegarle non le capisce neanche.
Da diffusori della retorica ufficiale si trovano a cercare disperatamente u…

Bubbus_finale-nuovo_ULTIMO

Sempre noto come quelli che chiamano le cose del computer _finale, _ultimo o, bubbità delle bubbità, _nuovo sono particolarmente bubbi e vanno trattati con le dovute cautele.

A questo si aggiunge che le comunicazioni che le grosse aziende tirano sugli utenti, incolpevoli finanziatori della bubbità, sono spesso completamente inutili.

Così il mix è ben espressato dal megacomputer che ho appena aperto. Ogni pacchetto o scatolina ha un foglietto che dice che nel disco accluso o nel link scritto sul foglietto c'è la nuova versione di qualcosa o che la nuova versione è già installata.

Poi ogni pacchetto o scatolina ha un foglietto che dice che non è vero che quella è la versione nuova ma che cenè una più nuova ad un certo link e che l'etichetta del disco che dice che è nuovo non è corretta.

Poi andando sul tale link e guardando un po' sopra si capisce che la nuova versione non è quella indicata sul primo o sul secondo foglietto ma una terza che non era indicata.

Ora io non sono …

Bubbitatis electionis

Quello di scegliere è una delle cose più bubbe del contemporaneo e che lo distingue dalle società degli antichi. Infatti oggi si dice che si può scegliere tra tanto e che scegliere cosa comprare è l'ultimo simulacro della democrazia tuttora vivente.

Poi uno guarda meglio e vede che un negozio di vestiti sono tutti o neri o grigi e si dà conto che si può scegliere ma quello che sceglie è un altro.

Anche i pampini rompipall* sono da subito socializzati a quello di scegliere. Così i loro allevatori, sempre sovrastati dal senso di colpa per il fatto di non vivere solo e sempre con il pampino, gli fanno scegliere al ristorante caro. E il pampino, non avendo i parametri che permettono di scegliere davvero, ordina qualsiasi menata meglio se costosa ma a casaccio. Poi non lo mangia e tutti sono contenti: il pampino non ha mangiato quello che è appropriato, l'allevatore crede che gli ha imparato a scegliere, il ristorante ha venduto un piatto caro cheppoi si mangia chi ha poca scelta o…

Che importa

Che importa a questo bosco essere di tutti i colori del fuoco
se devo guardare a terra di non pestare qualcosa?

Che importa a questo mare essere di tutti i blu fino al nero
se non vedo un gelataio in tutta la spiaggia?

Che importa a questo thè scintillare di verde smeraldo
se mentre lo bevo guardo lo schermo?

Che importa a questo tramonto riempire di rosa mezzo cielo
se non vedo l'ora di chiudere occhio?

Forse è ora che guardi alle importazioni!

Troppo bubbo!

Profunditatis crisi

Mi devo segnare un segno di acutezza della crisi perché, tra mille che ci sono è davvero bubbo.

Comè noto, se uno guarda, alla globalizzazione è corrisposto il sorgere di una extrema dextra internazionale che gestisce le cose globali. Almeno tre colpi di stato già gestiti con una coordinazione di mezzi globali, diverse cose economiche e tutto. Fin qui è una novità per lo scenario geopolitico, per i tempi e per i mezzi tecnici ma nulla più. A questo corrisponde il blabla distratto della sinixtra internazionale comè logico e ideologico che sia.

Ma quello che è segno della crisi inspettato è che una delle attività della dextra internazionale è il riciclaggio. Non il solito di denaro, ma quello di software, materiali grafici e tutto.

Già mi ero notato quello del manifesto, ora vedo anche che i giochi flash che c'è da uccidere gli immigranti li fanno in diverse nazioni, riprendendo elementi grafici e, ipotizzo, anche codice.

Chiaro che il movente è ridurre i costi di propaganda con una…

Tapas lengua bubbus insegnanza

Grosso aereoporto pizzaiolo. Un apposito addetto, fior fiore dell'accoglienza turistica di una nazione xenofoba che potrebbe vivere del solo turismo che respinge, sta arringando una piccola folla di turisti delle tapas: "... potete tomare il autobuss qui e scender dove volet in centro ..."

Alle volte mi chiedo se dovrei rivedere il progetto editoriale dei corsi di lingue bubboniani. Forse il mercato non li necessita perché è già abbastanza bubbo, anzi

Troppo bubbo!

Situationi sensum

Ah, devo appuntarmi bubbamente due cose che sono sempre le stesse, che poi è anche un aspetto importante della bubbità quello di avere poche idee e ricicciarle sempre quelle.

Già mi ero appuntato quello che una frase innocente e saggia come "La madre degli imbecilli è sempre incinta" acquista un senso tutto bubbo se è messa come insegna di un ospedale che fanno i pampini.

Analogamente spesso mi appunto di quello che il web semantico, che sarebbero le etiquestas ai post, non ha senso perché il senso e la relativa bubbità è tutta nella testa di chi legge e non nel cervello elettronico che è solo un'altro lettore. Tantevvero che un altro cervello elettronico capirebbe dei sensi diversi.

Così si vede perchè una frase come
"La carta è valida fino all'ultimo giorno del mese di scadenza indicato sulla parte anteriore; dal giorno successivo la carta verrà bloccata automaticamente e non sarà più utilizzabile, ma con adeguato anticipo Le invieremo una nuova carta in sosti…

La tutela del bubbo

"Ricorda! Con [NOME COMPAGNIA AEREA] tutte le tariffe sono flessibili.
Anche se acquisti la tariffa più scontata puoi modificare il biglietto."

1) Solito ricorda per una cosa mai detta prima, vabbé, in questo caso potrebbe servire ricordarsene dopo.

2) Che figo! Finalmente tutte le cose dell'europ*, dei consumati e tutto hanno finito con lo strapotere delle compagnie aeree che hanno piegato la testa al servizio del supremo interesse del bubbo euro-pagante!

Ma non sarebbe bubbo se:
- viaggio A/R, tariffa max comprese tutte le bubberie e i costi e tutto: 129,96 €
- penale per la modifica del biglietto A/R: 300,00 € + bubberie.

Alle volte è vero che è meglio rifarlo che ripararlo.
Troppo bubbo!

Responsabilitatis nanis

Anche se siamo dei giganti del pensamento sulle traballanti spalle dei nani del passato antico non credo che bisognerebbe rinunciare ad acclarare tutte le responsabilità e colpe, sopratutto quando i fatti affettano lo stesso Bubboni direttamente.

Ciho messo un po' a capire bene la cosa ma direi che quello della palestra che è crollata fino alle fondamenta mi affetta.

1) Inannzitutto che ci potevano essere dei bubbi nella palestra, che poi sarebbe come la palestra dei fighetti ma brutta, e gli tiravano le piete e si facevano male di sicuro.

2) Che non lavevo vista. Un conto è se stracrolla polverizzata la macchina da scrivere che sarebbe bellissimo, premesso sempre che nessuno si faccia male, e che gli dei dell'arte e del buon gusto sorgerebbero per festeggiare e sarebbe uno spettacolo bubbissimo.

3) Che adesso basta. Spero bene che trovino il colpevole e non come sempre cheppoi non sisa mai come va a finire. Che non vale che non avevano gli istrumenti, che erano bubbi, che le …

Confusio mail

"Letta: le prospettive del governo si restringono."

Mah?

1) Non ho mai scritto una mail con il subject "le prospettive del governo si restringono."

2) Non metto mai la ricevuta di lettura nelle mail che considero bubba e scortese. Poi fino a quando il fatto che una mail sia stata aperta non significherà che è stata capita, quando neppure io che le scrivo le capisco, il flag di mail letta non servirà.

Troppo bubbo!

Saziare le nicchie

Impressionante il programma della sagra del porro (di cui sono ghiotto come uno della terra dei mangiatori di porro)

http://www.comune.cervere.cn.it/portals/47/SiscomArchivio/5/PROGRAMMA%20FIERA%202010.htm

compreso il palaporro e il porro d'oro. E per i pranzi i posti sono già esauriti!

C'è il video streaming e il bubbo direbbe che manca solo la politica di creazione della community dei mangiatori e produttori e tutte le bubberie sociali fino poi al porrocybersex e tutto il 2.0 e le relative bubberie.

Maamè pare che manchi più il teleporrotrasporto.

Troppo bubbo!

Ah, il prodotto

Sentivo ad una bella conferenza che spiegavano delle cose che fanno ed è una roba tutta nuova e bubba anche se sul vecchio web. Allora un bubbo ha detto che lavorava da anni nelle cose delle strategie e una cosa mi ha chiamato l'attenzione perché è bubba.

Il bubbo, in definitiva, esplicava che il prodotto deve essere buono, ma a prescindere, che tanto con il marketing poi lo si pone e tutti lo vogliono. Ad esempio diceva quello di una cantante che è almeno intonata mappoi il resto lo fa il marketing e allora domina e tutti comprano i dischi o quello che vende.

La cosa era troppo bubba per passare incommentata così ho poi detto a quello che esplicava la cosa nuova che erano tutte bubberie e ci sono tanti esempi e quello mi ha detto che anche lui lo pensava. Del resto si capiva che quello che esplicava era astuto un po' come Bubboni.

Ma quello del prodotto cheppoi lo pone il marketing è un segno sicuro di bubberia ma non è semplice capire perché e qui melo appunto.

1) Intanto cè…

Tutte le responsabilità

"Se avessi responsabilita' [...] mi dimetterei" pare che dica il bubbo.

Ma se per i periodici diventa "Se sono responsabile mi dimetto" è ovvio pensare che se non si dimette è irresponsabile.

Alle volte forse è vero che i periodici manipolano le cose.

Troppo bubbo!

Mail al vento

Credevo di conoscere tutti i trucchi delle mail contemporanee ma mi pare che siamo arrivati a delle nuove frontiere di comunicazione bubba, al punto che la mail è esattamente il canale di comunicazione che meglio la rappresenta la teoria bubba per cui uno parla, usando parole che non capisce, e un altro lo ascolta dando un significato tutto suo alle parole.

Ad esempio ho scritto: quando viene Bubbazzi dagli il cazzabubolo che poi mi serve giusto il giorno dopo e non c'è tempo per il corriere.

Risposta: ho spedito il cazzabubolo con il corriere.

Ok, è colpa mia che ho finito la mail, sbagliando, con la parola 'corriere' però è segno di un livello nuovo di individualismo e bubbità.

Fino al punto che per convocare le riunioni ho visto che l'unico modo è quello di mandare l'allegato che lo clikki e va nell'agenda da solo. Poi tutti fanno quello che c'è scritto in agenda, senza leggere la mail che ha originato l'appuntamento.

Del resto la più parte delle mai…

Discarica mundi

Il pallido sole non fa brillare il plastico cappello d'argento.

Scarto di festa, spazzatura sottratta al bidone e ora cappello per un vecchio povero infreddolito.

Qualcuno ha tolto alla terra il petrolio
Qualcuno ha tolto al cino operaio sicurezza e salario
Qualcuno ha tolto al venditore di strada diritti e lavoro
Qualcuno ha tolto al vecchio la dignità dell'aspetto e un buon cappello caldo

Ma qualcuno avrà preso tutto quello che ha tolto?
C'è nel mondo un ricco tutto fiero, tutelato dalla legge e dalla democrazia, sporco di petrolio e con un buon cappello in testa?

Tanto manca ma forse poco si è aggiunto ad un conto già pieno.

Troppo bubbo!

Pacchettus peregrinationis

Pare che i tradizionali pacchetti bomba siano stati inviati per corriere. Una volta usavano il servizio postale nazionale.

Ma non sarà che i feroci insurrezionalisti siano diventati un po' a favore delle privatizzazioni selvagge?

Troppo bubbo!

P.S.: Dato che la stupidità delle procedure di sicurezza ha raggiunto un nuovo vertice limitando il trasporto di cartucce per stampanti nel bagaglio a mano vorrei rinnovare l'appello ai feroci attentatori postali.

La prossima volta che inviate queste bombe:
1) fatele finte! Che nessun lavoratore si faccia male che tanto le tenere manine dei principi non saranno mai ferite dai Vs. pacchetti!
2) mettete la finta bombona dentro ai giocattoli per pampini rompipall*, culle per pampini molesti e simili che almeno il confort del trasporto aereo migliora.

Confusio mentis bubbitatis periculorum

E' sembre bubbo sentire dei nuovi discovrimenti sulla mente del bubbo. Ad esempio, come già mi ero appuntato, quello che risulta che non sembra vero che il bubbo non usa appieno tutto il suo cervellino.

Le recenti analisi con la bubbo-TAC funzionale indicano che non ci sono zone inattive, ma vedendo comè ridotto il mondo è sempre bello credere che il grosso sia inutilizzato, come pure se uno vende gli appositi corsi di insegnanza della mente.

Ma quello che più mi ha colpito sentire dalla bubba della radio delle tapas è che non è vero che fare esercizi per la memoria è sempre beneficioso. Ci sono casi dove l'extra sollecitazione della mente del bubbo può causare confusione ed essere dannosa.

Ora questo lo sapevo, sempre si considera che il bubbo non va sollecitato, se non capisce è meglio lasciare le cose così, senza sforzarlo che tanto non riesce, si ribella e può anche mordere. Ma anchio credevo quello che la mente va esercitata e tutto. E invece no, per taluni è meglio non s…

Intensitati insensitatis

E' abbastanza chiaro, anche se si vede solo di persona, che un po' tutti i poteri sono agitati che non ci siano lamentele. Ma proprio nessuna lamentela.

Un po' è per la naturale aspirazione alla letizia che sempre ispira i potentati ma un po' credo che sia per il timore che tante lagnanze tanto nascoste dalla retorica ufficiale possano poi causare un moto del popolino bubbo e cattivo. Anzi, a tratti, si vede il sommo stupore dei potenti per il fatto che ogni genere di peggioramento e ogni tipo di retorica sempre più improbabile è accettata senza tanti blabla.

Per buona misura, e per mantenere la letizia di tutti, si vede che la repressione è volta all'agnentamento totale del popolino occasionalmente ribelle e riottoso. Non è tollerato nulla ma non tanto per il dovere di affermare la giocondità sopra il cupo brontolio, quanto per il timore che la minima lagnanza non gestita a suon di botte potrebbe far cadere la prima tesserina di un domino che poi cadono tutte e ad…